Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Sciopero dei giovani per la protezione del clima e delle Alpi

Per un futuro degno di essere vissuto: i giovani hanno aderito allo sciopero a Berna/CH e in tutto l’arco alpino per una maggiore protezione del clima. (c) Pascal Städeli

Alla fine di settembre anche nello spazio alpino centinaia di migliaia di studenti hanno scioperato per una maggiore protezione del clima. La CIPRA ha sostenuto lo protesta insieme ai partecipanti di “Youth Alpine Interrail”.

“Non esiste un pianeta B”, “Cambia il sistema, non il clima!”, “Protezione del clima ora!”. Alla fine di settembre 2019, i giovani di tutto il mondo sono scesi in piazza con messaggi come questi. Da Zurigo/CH a Torino/I, da Nova Gorica/Sl a Bregenz/A: anche nelle Alpi gli studenti hanno manifestato per una maggiore protezione del clima. A Berna, capitale della Svizzera, gli organizzatori hanno parlato di 100.000 partecipanti allo sciopero per il clima. A Torino circa 50.000 persone hanno manifestato per una protezione del clima più rigorosa, e complessivamente 150.000 nelle città austriache. Anche negli altri Paesi alpini decine di migliaia di giovani e adulti hanno aderito alle manifestazioni per il clima. “Il riscaldamento globale sta diventando una questione di sopravvivenza per la popolazione alpina, territorio in cui le temperature aumentano due volte più velocemente della media globale. Va da sé che la CIPRA, in quanto organizzazione per la protezione delle Alpi, si schiera dalla parte degli attivisti per il clima”, sottolinea Kaspar Schuler, codirettore della CIPRA International.

Nel rapporto pubblicato a settembre, il Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC) ha chiesto una drastica riduzione delle emissioni di CO2. Un’alta percentuale di emissioni di CO2 è generata dai trasporti, perciò è necessario e urgente un ripensamento in questo settore. Il 27 settembre2019 a Berna i giovani hanno presentato le loro esperienze maturate con il progetto “Youth Alpine Interrail” della CIPRA International come proposta di soluzione. Durante l’estate hanno viaggiato attraverso le Alpi in autobus e in treno in modo rispettoso del clima. Hanno vissuto un periodo entusiasmante nella regione alpina, ma hanno anche constatato la carenza dei collegamenti di trasporto pubblico in alcune valli e i privilegi accordati al traffico automobilistico. I giovani viaggiatori hanno chiesto di porre fine a questi problemi e si sono uniti alla manifestazione per il clima di Berna in Svizzera.

 

Fonti ed ulteriori informazioni:

www.srf.ch/news/schweiz/klimademo-in-bern-organisatoren-sprechen-von-100-000-teilnehmern (de), www.derstandard.at/jetzt/livebericht/2000109165686/earth-strike-oesterreich-steht-vor-groesstem-klimaprotest-seiner-geschichte (de), https://france3-regions.francetvinfo.fr/auvergne-rhone-alpes/isere/grenoble/marche-climat-5000-personnes-defilent-grenoble-demander-etat-urgence-climatique-1725885.html (fr), https://english.sta.si/2680980/youth-across-slovenia-protesting-against-climate-inaction (en), torino.repubblica.it/cronaca/2019/09/27/news/torino_in_piazza_per_l_ambiente_cambiamo_il_sistema_non_il_clima_-237064897