Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Promuovere il turismo non basta

Richiesta di maggiore sostenibilità nel programma di sostegno nazionale: la CIPRA Francia e altri gruppi di interesse che rappresentano le regioni di montagna. (c) kygp, flickr.com

Le regioni di montagna di fronte al cambiamento climatico: il governo francese vuole affrontare questa sfida con un programma di promozione del turismo. Tuttavia, anche l’artigianato, l’agricoltura e la cultura dovrebbero essere presi in considerazione, rivendica la CIPRA Francia insieme ad altre associazioni.

Nell’ottobre 2020 il primo ministro francese ha annunciato il lancio di un programma nazionale di sostegno per le regioni di montagna, realizzato dall’Agenzia nazionale per la coesione territoriale (ANCT). L’obiettivo del programma è quello di sostenere le zone di montagna nell’attuazione di una strategia di sviluppo turistico adeguata alle sfide del cambiamento climatico. In questa fase l’ANCT consulta anche le portatrici di interesse delle regioni montane.

All’inizio del 2021 la CIPRA Francia – insieme ad altre associazioni del settore sociale, economico e ambientale (ANCEF, ADRETS, FNE, MW France, LPO) – ha espresso la propria posizione. Tutte queste organizzazioni richiedono un ripensamento: è opportuno prendere le distanze da un turismo concentrato in poche località turistiche e ulteriormente indebolito dal cambiamento climatico. "Non dobbiamo ridurre la montagna alla sola questione del turismo", sostiene Marc-Jérôme Hassid, direttore della CIPRA Francia. "Il programma per la montagna deve sostenere anche progetti volti a promuovere la vita nelle aree montane, ad esempio l’artigianato, l’agricoltura o la cultura". Tutto ciò avrebbe ripercussioni positive anche sul turismo. Occorre sviluppare i lavori pubblici nelle aree montane con scarsa dotazione di infrastrutture, ha proseguito, in base al principio della parità di trattamento e dello sviluppo sostenibile. La presa di posizione congiunta è stata presentata all’ANCT a gennaio. "Le nostre associazioni continueranno a sensibilizzare e a fare pressione su deputati e senatori", ha dichiarato Hassid.

 

Ulteriori informazioni:

www.cipra.org/fr/cipra/france (fr), www.cipra.org/fr/cipra/france/Contribution inter-associative a la consultation Plan Montagne.pdf (fr), www.cipra.org/fr/cipra/france/Reponse_CipraFrance_consultation_PlanMontagne.pdf (fr)