Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Cortina 2026: sbancamenti al posto dei giochi "verdi" invernali

Lavori di sbancamento e allargamento della pista dello slalom speciale. (c) Mountain Wilderness

Annunciate come Olimpiadi “green”, anche quelle di Cortina – Milano 2026 promettono di essere le prime davvero sostenibili a livello ambientale. Chi ha fatto in queste ultime settimane una ricognizione del territorio, non la pensa così.

Sbancamenti per la realizzazione di nuovi impianti di risalita e piste da sci, allargamento di quelle esistenti, costruzione di strade e parcheggi per facilitare l’accesso ai comprensori: e questo è solo l’inizio degli interventi infrastrutturali che andranno a colpire il territorio delle Dolomiti in preparazione dei Mondiali di sci 2021 e soprattutto delle Olimpiadi invernali 2026. Il Club Alpino Italiano ha espresso la propria preoccupazione per il grave impatto ambientale dei cantieri sia tramite la sezione locale di Cortina ed il Gruppo regionale Veneto, sia tramite il Presidente nazionale Vincenzo Torti. “Il nostro impegno –afferma Torti-  sarà quello di cogliere ogni occasione  per presidiare quanto sta avvenendo e il rispetto di norme e autorizzazioni; ma ancor più per rimarcare come il futuro della montanità non passi attraverso la distruzione del bello e il  carico insostenibile di impianti di risalita”.

La CIPRA ha già espresso più volte la sua preoccupazione per la sostenibilità dei grandi eventi invernali nelle regioni di montagna e ha pubblicato un documento di posizione sull'argomento.

“Dopo aver visto i grandi impianti abbandonati di Torino 2006 ora assistiamo alle esagerazioni di Cortina– afferma Vanda Bonardo, Presidente di CIPRA Italia – Temiamo fortemente che l’organizzazione di un evento sportivo come le olimpiadi invernali, così come sono concepite oggi dal CIO, non possa che comportare  per il territorio montano nuove ferite che rimarranno per sempre, mentre i Giochi dureranno due settimane”. 

 

Fonti e ulteriori informazioni:

http://loscarpone.cai.it/news/items/mondiali-e-olimpiadi-di-cortina-forte-preoccupazione-del-cai-per-il-grave-impatto-ambientale-dei-cantieri-aperti.html, www.mountainwilderness.it/editoriale/i-mondiali-di-cortina-2021-la-distruzione-pianificata-della-montagna/