Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Visione: Tutti partecipano alle decisioni

03/06/2022
«Il focus si concentra sullo sviluppo di elementi comuni.»
Image caption:
Sandrine Percherval, (c) Caroline Begle, CIPRA International

Per molte ragioni, c’è ancora parecchia strada da fare prima che le regioni di montagna dipendenti dal turismo rivedano a fondo i loro modelli di sviluppo; principalmente perché la ricchezza prodotta dai territori di montagna si è maggiormente concentrata sullo sci e sull'«oro bianco», la neve. Una prospettiva per le Alpi tra 70 anni potrebbe essere quella di operare una svolta sistemica, rispettosa degli ecosistemi (compresi quello degli esseri umani), della loro sostenibilità e coesistenza sullo stesso territorio.

Questa svolta mi sembra poggiare in primo luogo sul rafforzamento d’una cooperazione e governance territoriale che coinvolga tutte le parti in causa: pubblico, privato e società civile. Dovrebbe poter appoggiare su una rete solidale di competenze e conoscenze, con un focus sullo sviluppo di elementi comuni, essenziali per una narrazione positiva del territorio.

Questa visione del futuro prevede: una volontà politica forte e consolidata con una visione trasversale della posta in gioco, una tecnologia locale basata sui bisogni, un coinvolgimento stabile di tutte le parti interessate (compresa la cittadinanza) e un finanziamento permanente e trasparente.

 

Sandrine Percheval gestisce dal 2014 progetti per l’associazione ADRETS (Association pour le développement en réseau des territoires et services) nelle Alpi francesi, che con le «Maisons de services au public» porta servizi pubblici nelle regioni rurali.

 

archiviato sotto: AlpinScena, 70 anni della CIPRA