Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Quali le cause della perdita di biodiversità

La regione modello dello studio si estende su 1.500 km² tra la città di Steyr e il Parco Nazionale Gesäuse/A. (c) Iwona Dullinger

Agricoltura intensiva e cambiamenti climatici: un recente studio austriaco mette in evidenza in quale misura essi determinano la perdita di biodiversità nelle regioni alpine.

Da che cosa è provocata la perdita di biodiversità nei Paesi alpini? Attualmente l’agricoltura intensiva industriale è considerata la principale responsabile della perdita di habitat di molte specie vegetali e animali – in particolare a causa dei pesticidi e delle monocolture. La relazione tra l’utilizzo agricolo e il declino delle specie animali e vegetali risulta ben documentata.

Uno studio pubblicato all’inizio del 2020 dall’Università di Vienna e dall’Università di scienze agrarie ha analizzato le decisioni future sull’uso del suolo da parte di circa 1.300 aziende agricole e forestali sulla base della regione campione di Eisenwurzen nelle Alpi austriache. La ricerca giunge alla conclusione che nei prossimi decenni il cambiamento climatico avrà un ruolo molto più determinante per la perdita di habitat rispetto all’uso del suolo. “Questo risultato è sorprendente”, afferma Iwona Dullinger del Dipartimento di Botanica e ricerca sulla biodiversità dell’Università di Vienna, “perché gran parte delle 834 specie di piante prese in considerazione risulta sensibile alle differenze di utilizzo del suolo”.

I motivi principali per cui secondo il modello l’uso del suolo non è responsabile di grandi alterazioni sono riconducibili al fatto che molti boschi sono inseriti all’interno di aree protette e i prati e i pascoli nelle regioni montane non si prestano a un’agricoltura intensiva. “Il margine d’azione degli agricoltori è limitato nelle condizioni economiche considerate”, spiega il responsabile del progetto Stefan Dullinger dell’Università di Vienna. Sebbene lo studio non sia trasferibile ad altre regioni del mondo, potrebbe tuttavia essere rappresentativo di altri ambienti diffusi nelle regioni periferiche alpine.

 

Fonti ed ulteriori informazioni:

medienportal.univie.ac.at/presse/aktuelle-pressemeldungen/detailansicht/artikel/klimawandel-koennte-artenvielfalt-der-alpen-kuenftig-staerker-beeinflussen-als-landwirtschaft/ (de), www.blw.admin.ch/blw/de/home/nachhaltige-produktion/umwelt/biodiversitaet-und-landschaft.html (de), ethz.ch/de/news-und-veranstaltungen/eth-news/news/2020/02/biodiversitaet-macht-sich-bezahlt.html (de), naturwissenschaften.ch/topics/biodiversity/about_biodiversity/zustand_und_entwicklung/gebirge (de)