Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Tempi duri per lupo, orso e lince

Bilancio annuale del WWF sui grandi predatori nell'arco alpino: la popolazione di linci in Svizzera e in Slovenia è minacciata. © Alexandre Garnier

Una ricerca sui grandi predatori nel territorio alpino mette in evidenza che il lupo, l'orso e la lince non sempre hanno vita facile nel percorso che li riporta nelle Alpi. A volte riescono tuttavia a reinsediarsi nei territori in cui erano storicamente presenti.
Un lupo avvelenato in Italia, la prima cucciolata in Svizzera e probabilmente una nuova coppia di lupi in Carinzia. Il tenore del rapporto sintetico "Grandi predatori nello spazio alpino 2012", pubblicato da KORA (Progetti di ricerca coordinati per la conservazione e la gestione dei carnivori in Svizzera), presenta luci e ombre, in alcune regioni alpine si prospettano addirittura tempi difficili per l'orso, il lupo e la lince. In Svizzera, ad esempio, sverna al momento un solo orso, neppure uno nelle Alpi francesi e bavaresi.
Per il lupo le condizioni sembrano buone in Italia e Francia, tanto che, prosegue lo studio, negli ultimi 20 anni si sono formati almeno una ventina di branchi, per un totale di 400 lupi, contando anche gli esemplari isolati. Durante l'estate una lupa è stata avvelenata in Lessinia, nella zona di confine tra le regioni Trentino e Veneto, dopo che nella zona era stata accertata la presenza della prima coppia di lupi nelle Alpi orientali italiane. La Svizzera è costantemente raggiunta da giovani lupi in dispersione e nel 2012 è stata accertata la prima riproduzione. La popolazione elvetica non è tuttavia ancora in grado di sopravvivere autonomamente. In Baviera dal 2011 non è stato segnalato nessun lupo, prosegue la ricerca. Il Gruppo lupo Svizzera completa il quadro riportando che per la prima volta in Carinzia/A è stata rilevata la presenza di una coppia di lupi.
La maggior parte delle linci, un centinaio di esemplari, vivono nelle settore nordoccidentale delle Alpi svizzere. Alcune linci sono presenti anche nella zona di Tarvisio/I. Non si può tuttavia parlare di una popolazione di linci nelle Alpi italiane. Nelle Alpi francesi sono presenti da 15 20 linci. In Slovenia la situazione della lince è critica: negli ultimi anni la popolazione ha subito una forte contrazione a causa di problemi causati dalla riproduzione tra consanguinei
Ricerca del KORA su in carico del WWF e ulteriori informazioni: http://assets.wwf.ch/downloads/grossraubtiere, www.larena.it/stories/392_in_piazza/436407, Newsletter del Gruppo Lupi Svizzera dicembre 2012