Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Lupo: in Francia si spara, in Svizzera si festeggia la prima riproduzione

Lupi in branco: i conflitti con l'uomo possono ridursi perché un branco si stabilisce in un territorio e cacciando in gruppo i lupi hanno maggiori possibilità di predare animali selvatici. © © *Michelle*(xena2542) / www.flickr.com

In Svizzera si festeggia la nascita della prima cucciolata di lupi. Ma dove devono stare i lupi, se non in un'area protetta? Un parco nazionale nella Francia meridionale ha innescato un dibattito sull'argomento - con conseguenze sulle altre aree protette alpine.
A settembre, al confine tra i cantoni Grigioni e San Gallo, si è verificata la prima riproduzione di lupo in territorio svizzero. Il lupo sparì dalla Svizzera 150 anni fa, nel 1995 è stata documentato il ritorno dei primi esemplari. Rispetto al versante meridionale delle Alpi, italiano e francese, a causa della gestione restrittiva applicata, in Svizzera è trascorso parecchio tempo prima di assistere a una riproduzione, e con essa alla formazione di un branco, riporta l'organizzazione Gruppo lupo Svizzera. La formazione di un branco ha risvolti positivi da un punto di vista umano, prosegue l'organizzazione: quando cacciano in branchi i lupi sono molto più efficienti rispetto agli esemplari isolati; ciò riduce le predazioni a carico degli animali d'allevamento. I branchi inoltre vivono stabilmente in un territorio, cosa che facilita la difesa delle greggi.
Nelle Alpi francesi il ritorno del lupo si stava gradualmente consolidando. Alla metà di ottobre il Consiglio di amministrazione del Parco nazionale delle Cévennes, nella Francia meridionale, ha deciso a larga maggioranza che il lupo non sarebbe compatibile con l'allevamento praticato nel parco - e intende addirittura autorizzare tiri di difesa nella zona centrale del parco. Due organizzazioni di agricoltori hanno sollecitato anche le altre aree protette alpine, in particolare il Parco nazionale della Vanoise e i Parchi regionali dei Bauges e della Chartreuse, a seguire l'esempio del Parco nazionale delle Cévennes. Ma dove devono stare i lupi, specie protetta a livello internazionale, se non in un'area protetta?
Fonte e ulteriori informazioni: www.oncfs.gouv.fr/IMG/pdf/Bulletin_Reseau (fr), http://gruppe-wolf.ch/dateien/Medienmitteilungen (de), www.pronatura.ch/wolf (de), www.lemonde.fr/planete/article/2012/11/03 (fr)