Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Comprensorio sciistico Andermatt-Sedrun: più grande, più caro, più devastante

Andermatt

Andermatt: I Cantoni Grigioni e di Uri vogliono sborsare 73 milioni di franchi per questo megaprogetto sciistico, dichiarano Pro Natura, la Fondazione per la protezione del paesaggio e Mountain Wilderness. © caihy / flickr.com

In Svizzera sorgerà un nuovo mega comprensorio sciistico. Tra Sedrun e Andermatt, al confine tra i Cantoni Uri e Grigioni, si svilupperanno piste e impianti di risalita con una capacità di 800.000 sciatori al anno. I soli centri turistici di dimensioni paragonabili sono Zermatt, Verbier o St. Moritz.
Il progetto è collegato al resort turistico in via di costruzione ad Andermatt per opera dell'imprenditore egiziano Samih Sawiris. Per poter vendere e affittare a migliori condizioni i 6 hotel di lusso e i 500 grandi appartamenti, è stato progettato un collegamento delle zone sciistiche confinanti di Nätschen-Andermatt e Sedrun. Questo collegamento sciistico aveva ottenuto il parere favorevole da parte delle principali associazioni ambientaliste, ma ora si prevede invece di realizzare una zona sciistica completamente nuova. Contro di essa si sono sollevate le proteste delle associazioni per l'ambiente: il megaprogetto assorbirebbe troppa acqua ed energia per l'innevamento e occuperebbe aree ambientalmente intatte. Senza contare che tale progetto non è finanziariamente sostenibile. Questo enorme comprensorio sciistico comporterebbe una spesa maggiore anche da parte degli sportivi. Le associazioni per la protezione dell'ambiente stimano infatti che il giornaliero aumenterebbe di una trentina di franchi rispetto al costo attuale.
Fonte e ulteriori informazioni: www.sac-cas.ch/index.php?id=1936&L=1 (fr), www.pronatura.ch/content/data/111018_CP (fr)