Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Andermatt: 140 milioni per potenziare il comprensorio sciistico

Resort di lusso ad Andermatt: le associazioni ambientaliste chiedono una modernizzazione contenuta delle zone sciistiche limitrofe.

Resort di lusso ad Andermatt: le associazioni ambientaliste chiedono una modernizzazione contenuta delle zone sciistiche limitrofe. © caihy / flickr.com

L'investitore egiziano Samis Sawiris sta progettando e costruendo un resort turistico di lusso ad Andermatt in Svizzera. Con un intervento da 140 milioni di franchi vorrebbe anche modernizzare il comprensorio sciistico e collegarlo con quello di Sedrum nei Grigioni.
Nelle zone sciistiche di Gemsstock, Nätschen, Hospental e Sedrun dovrebbero essere costruiti fino a 18 nuovi skilift e cabinovie, impianti di innevamento e tre ristoranti. I primi impianti dovrebbero entrare in funzione già nel 2013. Franz Steinegger, presidente della società funiviaria Andermatt Gotthard Sportbahnen, mette in guardia dagli alti deficit, che poi dovrebbero essere ripianati dalla mano pubblica. Da 25 a 30 milioni di franchi sarebbero sufficienti per aumentare le capacità degli impianti di risalita. Le associazioni ambientaliste chiedono invece una revisione complessiva del progetto, poiché non rispondente alle prescrizioni della normativa. Criticano in particolare lo sfruttamento di aree finora non sfruttate dal turismo sciistico, come il ghiacciaio di St. Anna, e l'estensione degli impianti di innevamento. Vengono inoltre chieste alternative o compensazioni per l'enorme consumo idrico ed energetico.
Samis Sawiris ha iniziato nel 2006 a realizzare i suoi progetti per la realizzazione di un resort da 1,5 miliardi di franchi ad Andermatt, comprendente 6 hotel a 4 e 5 stelle, 500 grandi appartamenti, 25 ville, un campo da golf a 18 buche, un centro sportivo e per il tempo libero e una sala per concerti e conferenze.
Fonte: www.nzz.ch/nachrichten/wirtschaft/aktuell (de), www.sl-fp.ch/getdatei.php?datei_id=856 (de), www.cipra.org/it/alpmedia/notizie-it/4209