Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

I ghiacciai si sciolgono - e liberano veleni

Il lago di Oberaar: un bacino artificiale situato a 2300 metri nell'Oberland Bernese/CH.

Il lago di Oberaar: un bacino artificiale situato a 2300 metri nell'Oberland Bernese/CH. ©Bolliger Hanspeter/pixelio.de

Un nuovo studio conferma che i ghiacciai sciogliendosi liberano sostanze chimiche da tempo proibite e non più prodotte. I ricercatori di istituti di ricerca svizzeri hanno prelevato carotaggi di sedimenti congelati accumulati sul fondo del lago artificiale di Oberaar nella regione di Grimsel/CH, quindi analizzando gli strati di sedimenti hanno ricostruito la storia del lago dalla sua nascita al 1953. Dagli anni '90 è stato osservato un forte aumento della quantità di POP (inquinanti organici persistenti).
Ciò è riconducibile all'aumento negli ultimi decenni della velocità di scioglimento del ghiacciaio di Oberaar, che costituisce la principale fonte di alimentazione del lago. Solo negli ultimi dieci anni la lingua del ghiacciaio è diminuita di più di 120 metri, liberando così una quantità relativamente rilevante di sostanze tossiche accumulate. Confermando le supposizioni da tempo avanzate dai ricercatori in scienze ambientali, è ora per la prima volta dimostrato che i ghiacciai sono una fonte secondaria, ma non trascurabile, di immissione di POP nell'ambiente. Fonti: www.news.admin.ch/message (de), www.lepoint.fr/actualites-sciences-sante (fr)