Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Verso la professionalizzazione – La CIPRA negli anni Ottanta e Novanta

Negli anni Ottanta la CIPRA trova una nuova collocazione, puntando sempre più sullo scambio di esperienze e informazioni. Nel 1990 viene istituita una sede gestita a tempo pieno.

I temi trattati durante i convegni annuali sono approfonditi durante escursioni (convegno annuale a Arc en Vanoise (F) 1986). © M. F. Broggi

Alla fine degli anni Settanta la CIPRA si apre ad una più ampia cerchia di attori. Sia associazioni private, sia  rappresentanti della pubblica amministrazione e della ricerca scientifica confluiscono in essa. A livello nazionale iniziano a costituirsi i cosiddetti "comitati", che erano stati decisi nel 1974. Allo stesso tempo la CIPRA cerca di rivolgersi ad un pubblico più ampio.

Con l’elezione a presidente di Mario F. Broggi nel 1983, si compie un avvicendamento generazionale. Broggi, che negli anni Settanta si era imbattuto nella CIPRA come delegato del Liechtenstein, faceva parte di quel gruppo di giovani che non si accontentava di organizzare un convegno ogni anno, senza lavorare anche concretamente all’attuazione delle risoluzioni approvate: "Allora ci siamo detti, o si lascia che la CIPRA perisca nella forma che per un certo periodo è stata benemerita, oppure occorre darle nuova vita".

E in seguito, nella CIPRA viene effettivamente infusa nuova vita, a diversi livelli. Per i convegni specialistici annuali e i seminari si scelgono ora temi attuali e politicamente scottanti. I risultati dei convegni vengono pubblicati negli atti del convegno, mentre in una  collana successiva si raccolgono diversi contributi critici. Nel 1984 appare il primo numero di CIPRA Info, rivista trimestrale di informazione; più in generale tutta l’attività di pubbliche relazioni viene intensificata. Contemporaneamente si intensificano i contatti con i paesi coinvolti e, a partire dalla fine degli anni Ottanta, si inizia a lavorare per la realizzazione della Convenzione delle Alpi.

Proseguono con successo anche gli sforzi per allestire una sede attiva a tempo pieno. Nel 1990 Ulf Tödter inizia la sua attività a Vaduz/FL come primo direttore a tempo pieno. Con ciò sono poste le basi per un’efficiente attività di informazione e di pubbliche relazioni, che negli anni Novanta, attraverso un ampliamento della sede, strutturale e di personale, viene ulteriormente intensificata.