Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Impegno per i tesori della natura

Scambio di esperienze nella natura: il team internazionale speciAlps a Pian dell’Alpe in Piemonte. © Magdalena Holzer, CIPRA International

Di torbiere, prati sperimentali e muri a secco: rafforzare la diversità naturale è stato l’obiettivo di cinque regioni pilota del progetto panalpino speciAlps, che si è concluso con successo nel marzo 2020.

Torbiere e praterie aride ricoperte di ciottoli caratterizzano un ambiente molto particolare del Friuli, i “Magredi”. Questo paesaggio ricco di specie è minacciato da conflitti di utilizzo tra agricoltura, turismo e conservazione della natura. Per richiamare l’attenzione sul valore della diversità naturale della regione, nell’ambito di speciAlps è stata organizzata una formazione per bambini come guide naturalistiche. Essi raccontano ai genitori e agli amici le esperienze che hanno vissuto. Progetti pilota come questo aiutano a rafforzare la diversità naturale e a rendere l’esperienza della natura un’esperienza quotidiana, spiega Magdalena Holzer, responsabile del progetto di speciAlps. “I nostri team locali di speciAlps, con animatrici e animatori qualificati, hanno sviluppato e accompagnato progetti di implementazione in tutte le regioni pilota”. Una di loro è Vida Černe, animatrice della regione pilota slovena nelle Alpi Giulie. Il team di speciAlps locale ha fatto ricorso a prati sperimentali per evidenziare gli effetti dei diversi metodi di coltivazione.  È essenziale coinvolgere la popolazione locale, ha affermato Černe. “Le persone devono avere l’opportunità di suggerire che interventi si dovrebbero realizzare in futuro nel loro comune.

Cinque regioni pilota, una raccolta di opuscoli informativi

I muri a secco, chiamati “Clapiers”, nella Valle del Verdon/F in passato servivano a delimitare le proprietà. Inoltre frenano l’erosione del suolo e svolgono un ruolo importante nella conservazione della diversità naturale. Nel 2019 un percorso escursionistico è stato risistemato e dotato di pannelli illustrativi che raccontano la storia dei “Clapiers” e dell’alpicoltura in Provenza. Nel Grosse Walsertal/A, sono state raccolte sementi tipiche locali su prati particolarmente ricchi di specie utilizzando uno specifico attrezzo, l’eBeetle. La regione pilota piemontese ha organizzato escursioni nelle valli Pellice e Chisone alla scoperta della biodiversità per classi scolastiche e si è concentrata sulla gestione sostenibile del paesaggio culturale caratterizzato da vigneti, castagneti e alpeggi. Alla fine di marzo 2020 sarà pubblicato un box con opuscoli informativi su tutte le regioni pilota e le attività del progetto. Può essere richiesto gratuitamente alla CIPRA International.

 

Ulteriori informazioni:

www.cipra.org/it/specialps
www.alpenallianz.org/it/progetti/specialps

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

speciAlps é un progetto di cooperazione della rete di comuni «Alleanza nelle Alpi» e della Commissione internazionale per la protezione delle Alpi, CIPRA. speciAlps è finanziato dal Ministero tedesco per l'ambiente, la protezione della natura e la sicurezza nucleare (BMU), dalla Fondazione Heidehof e dalla Fondazione pancivis.