Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

La popolazione della Carnia dice NO all'elettrodotto

Il grande elettrodotto progettato al confine tra Italia e Austria dovrebbe attraversare aree Natura 2000 ed aree ad elevato valore paesaggistico.

Il grande elettrodotto progettato al confine tra Italia e Austria dovrebbe attraversare aree Natura 2000 ed aree ad elevato valore paesaggistico. © Fabian Lippuner

Sabato 13 novembre si è svolta in Carnia/Friuli una manifestazione contro il progettodi elettrodotto Wurmlach-Somplago, tra Italia ed Austria. Erano circa 1800 le persone, alcuni provenienti dalla vicina Austria, che si sono ritrovate a sfilare insieme ai sindaci della valle da Cercivento a Paluzza per far sentire la loro opposizione al progetto del grande elettrodotto voluto dalla società Alpe Adria Energia per trasportare energia elettrica attraverso la Carnia.
Un elettrodotto che per i fautori del progetto, sostenuti da alcuni gruppi industriali, consentirebbe di importare energia a minor prezzo. Le associazioni ambientaliste invitano invece la Regione e gli imprenditori ad adottare politiche di riduzione dei consumi (il Friuli è infatti una delle regioni italiane con il consumo di elettricità pro capite più elevato). Preoccupazioni per il progetto sono state esposte anche dai Club Alpini italiano ed austriaco che con una lettera comune inoltrata al Governatore della Carinzia ed al presidente della Regione Friuli denunciano come l'elettrodotto andrebbe a sussitere su siti di grande interesse ambientale, storico e paesaggistico.
Fonte: http://altofriuli.com/in-primo-piano