Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Cavazzo/I: petizione e marcia per salvare il lago

Il Lago di Cavazzo/I è minacciato dal progetto di potenziamento di una centrale idroelettrica.

Il Lago di Cavazzo/I è minacciato dal progetto di potenziamento di una centrale idroelettrica. © Matteo Moro / www.flickr.com

Il 10 ottobre 2010 migliaia di persone si sono riunite sulle rive del Lago di Cavazzo, nella regione delle Prealpi Carniche. La manifestazione, proseguita con una passeggiata lungo le rive, intende dare un segnale per la salvaguardia del lago.
Il Lago di Cavazzo, che si estende nel territorio di tre comuni, è il più grande lago naturale del Friuli-Venezia Giulia. Dalla fine degli anni '50 viene utilizzato come bacino di accumulo per la centrale idroelettrica di Somplago, situata all'estremità settentrionale del lago. Nel 2008 il nuovo gestore Edipower ha presentato un progetto di potenziamento della centrale mediante l'installazione di un impianto di pompaggio. Gli effetti negativi sono in particolare forti oscillazioni del livello del lago, l'aumento dell'erosione e la diminuzione della temperatura dell'acqua.
Oltre alla manifestazione lungo il lago, più di 8.000 cittadine e cittadini hanno firmato una petizione per salvare il Lago di Cavazzo, che è stata inviata alla Regione e al Ministero dell'ambiente. Quest'ultimo ha da poco espresso parere positivo sulla valutazione di impatto ambientale.
Fonte: CIPRA Italia
Ulteriori informazioni: www.salviamoillago.it/