Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Falò contro il gigantismo olimpico

Impianti olimpici a Torino

Impianti olimpici a Torino: le valli della Provincia di Torino interessate dai Giochi portano ora il pesante fardello del grande evento. © CIPRA Italia/ Francesco Pastorelli

Nel 2018 il circo olimpico non farà tappa sulle Alpi. Non c'è dubbio, tuttavia, che i Giochi olimpici invernali torneranno nelle Alpi, infatti la Svizzera sta meditando di presentare una candidatura per il 2022.
L'edizione di quest'anno di "Falò nelle Alpi" intende contrastare questo gigantismo olimpico. Il secondo fine settimana di agosto in Austria, Germania, Italia e Svizzera si leveranno di nuovo numerosi falò di ammonimento. Essi vogliono dare un segnale per la conservazione del patrimonio naturale e culturale dello spazio vitale Alpi e contrastare la sua distruzione.
"Con le attuali disposizioni contrattuali imposte dal CIO, non è più responsabile lo svolgimento dei Giochi olimpici invernali nel territorio alpino", affermano gli organizzatori dell'iniziativa. Si impone un ripensamento sostanziale, affinché le Alpi possano tornare a ospitare queste grandi manifestazioni sportive. Infatti, spiega la CIPRA in una pubblicazione sull'argomento che riporta anche un elenco di richieste, le strutture delle regioni di montagna non sono progettate per lo svolgimento di tali eventi di massa. Inoltre la tutela dell'ambiente non è un aspetto prioritario per il CIO. Serve maggior trasparenza, partecipazione dei cittadini e possibilità di controllo giuridico. Anche le Olimpiadi devono essere ambientalmente e socialmente compatibili.
Fonte e ulteriori informazioni: www.feuerindenalpen.com, www.cipra.org/it/alpmedia/pubblicazioni/19
archiviato sotto: ,
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter