Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Pubblicazioni

Nationalparks und Tourismus in Österreich 2001

Anno di pubblicazione2002
EditoreHersteller: ITR - Institut für touristische Raumplanung Ges.m.b.H. A-3430 Tulln an der Donau, Feldgasse 32, Tel. 0227/629 86 FAX: 02272/656 96 E-mail: itr.institut@utanet.at
Linguade
AcquistoKurzfassung unter http://www.bmwa.gv.at/org02/sekviifo/2202
RiferimentoÖsterreichische Gesellschaft für Angewandte Fremdenverkehrswissenschaft
Datenbank „Tourismus Studien Austria“
Dietmar Kepplinger
Augasse 2 - 6
1090 Wien / AT
Numero telefonico: +43 1 710 75 35 30
Fax: +43 1 710 75 35 20
E-mail: Dietmar.Kepplinger@wu-wien.ac.at
Internet: http://www.studien.at
DocumentazioniGiornale, opuscolo
Uno degli obiettivi più importanti di un parco nazionale è la conservazione della biodiversità - anche mediante il sostegno dell'agricoltura di montagna.
I parchi nazionali sono diventati un elemento di forte attrazione turistica. Nel 2000 in Austria le regioni dei parchi nazionali hanno ottenuto il 6% di tutti i pernottamenti, che ammontano a 6,4 milioni. Grazie a specifici servizi e programmi di accompagnamento, negli ultimi anni il numero dei visitatori dei parchi nazionali è sensibilmente aumentato, in controtendenza rispetto al calo della domanda turistica estiva nelle altre regioni. Il numero dei visitatori dei parchi nazionali durante l'estate oscilla tra 400.000 e 450.000, molti dei quali non andrebbero in quelle regioni se non ci fossero i parchi. La stima del volume d'affari primario generato dai visitatori dei parchi nazionali si aggirava, nell'estate 2001, tra 18,82 e 24,71 milioni di euro, la creazione di valore aggiunto tra 14,17 e 19,26 milioni di euro. Questi dati sono evidenziati da una ricerca dell'Istituto per la pianificazione territoriale (ITR) sul tema "Parchi nazionali e turismo in Austria nel 2001" che è stata commissionata dal Ministero dell'economia austriaco (http://www.bmwa.gv.at/presse/321a.htm).
L'economia turistica nelle regioni vicine ai parchi nazionali gode di prospettive e possibilità di sviluppo straordinariamente buone, grazie soprattutto al prezioso capitale di un ambiente e di un paesaggio intatti.
archiviato sotto: , ,