Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Treni notturni su un binario morto

Con il treno notturno verso le Alpi: l’offerta determina la domanda – o è il contrario? © Dirk Vorderstrasse / Flickr.com

Le società ferroviarie cancellano sempre più treni notturni nelle Alpi – a scapito della protezione del clima e del turismo.

Le società ferroviarie in Germania e in Svizzera annullano sempre più corse di treni notturni. Ad esempio il collegamento notturno tra Berna e Bruxelles non è più in servizio. Con conseguenze per la protezione del clima: un viaggio in treno provoca un quinto delle emissioni di CO2 rispetto a un volo aereo. Joop Spijker, della Fondazione per l’ambiente dei Paesi Bassi, ritiene che ci saranno inevitabili svantaggi per le Alpi come destinazione turistica: “È prevedibile che collegamenti che rivestono una grande importanza per i turisti olandesi, come i treni per Monaco e Basilea o Zurigo, vengano cancellati”. Uno studio del partito dei Verdi mette in evidenza che non mancano richieste per i treni notturni. I posti disponibili nei vagoni letto vanno rapidamente in esaurimento. Inoltre le ferrovie tedesche non investono nel rinnovamento del materiale viaggiante.
La situazione è simile in Svizzera: una recente inchiesta dell’organizzazione umverkehR indica che il 64% degli intervistati sceglierebbe l’aereo in caso di cancellazione del treno notturno. Con la petizione “Salvate il treno notturno” l’associazione umverkehR chiede al Consiglio federale di mantenere i collegamenti notturni delle ferrovie svizzere FFS.

Le ferrovie austriache adottano invece un’altra strategia: la ÖBB investe circa 46 milioni di euro in nuovi collegamenti da Vienna attraverso Linz/Passau fino a Colonia/Düsseldorf. Una strategia che punta anche a migliorare il servizio. Nei Paesi Bassi è stato intanto istituito un “Alpenexpress”, l’espresso delle Alpi, al servizio della mobilità dei turisti. “Con frequenza settimanale, durante l’inverno questo treno notturno trasporta turisti olandesi in Austria e Italia”, dichiara Spijker.

Fonte e ulteriori informazioni: http://www.bahnonline.ch/wp/82503/umverkehr-kampagne-rettet-den-nachtzug.htm (de), http://www.umverkehr.ch/de/Petition-Nachtzug (de, fr), http://ec.europa.eu/transport/modes/rail/market/index_en.htm (en), http://www.cipra.org/de/publikationen/aktuelle-situation-und-handlungsansaetze-zur-weiterentwicklung-des-nachtreisezugverkehrs-in-deutschland (de)