Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Punto di vista: Piano di costruzione per una società resiliente

Barbara Wülser, Co-Direttrice CIPRA International (c) Darko Todorovic

La crisi del coronavirus ha sconvolto le nostre vite: le relazioni, i modelli di lavoro, i comportamenti nel tempo libero e le consuetudini di consumo sono singoli tasselli sparpagliati davanti a noi. Non è ancora chiaro come li potremo riassemblare. Ora abbiamo la possibilità di elaborare un nuovo piano di costruzione che sia capace di futuro, ritiene Barbara Wülser, codirettrice della CIPRA International.

Le misurazioni lo dimostrano: il consumo di energia e le emissioni di CO2 si stanno riducendo grazie alle misure adottate per contenere il Sars-CoV-2. Sono diminuiti il rumore e le vibrazioni, mentre si può ascoltare il canto degli uccelli e l’aria è migliorata. Ma non illudiamoci: questa non è la svolta ecologica! Attualmente stiamo vivendo uno dei mesi più caldi da quando sono iniziate le misurazioni e probabilmente siamo prossimi alla terza estate secca consecutiva. Affinché la nostra vita e il nostro fare economia post covid abbiano un senso positivo, nel piano di ricostruzione per il futuro dobbiamo attribuire lo stesso peso agli aspetti ecologici ed economici. Il kit di costruzione può essere ampliato, gli elementi dannosi devono essere rimossi.

C’è il pericolo che i governi, in nome della ricostruzione, spendano miliardi per preservare un sistema che genera molti perdenti e pochi vincitori – miliardi che erano stati promessi per combattere il cambiamento climatico e che ora verranno a mancare. Ciò di cui abbiamo bisogno è un’equa ripartizione degli oneri per attenuare gli effetti negativi della globalizzazione che hanno contribuito a queste crisi, la crisi covid e la crisi climatica. L’instaurazione di una governance globale per i problemi globali, sia in campo sanitario che ambientale, non può essere rinviata.

È determinante il modo in cui i pacchetti di stimolo economico attesi saranno indirizzati e quali settori saranno sostenuti con quali criteri. L’obiettivo di tutte le misure deve essere quello di costruire un assetto sociale ed economico resiliente all’interno del quale la produzione e il consumo siano orientati alle risorse effettivamente disponibili.

In molte regioni alpine sono già presenti approcci adeguati a tal fine. Le catene di valore aggiunto regionali, relativamente brevi, rafforzano l’economia circolare locale e quindi l’indipendenza da influenze esterne. Le comunità locali promuovono la convivenza e il confronto con chi la pensa diversamente. Spazi liberi e la scarsità di opportunità di consumo stimolano la responsabilità personale e l’innovazione sociale, sia, ad esempio, con la riparazione gli elettrodomestici anziché comprarne di nuovi, sia fornendo assistenza all’infanzia o agli anziani, sia gestendo l’ultima locanda rimasta nella valle o organizzando insieme l’acquisto di cibo.

Sono inoltre disponibili molte innovazioni tecniche. Spesso hanno bisogno solo di un impulso iniziale, come il finanziamento di start-up o nuove esigenze in seguito alle mutate condizioni quadro – come ora. Si tratta di sviluppare insieme visioni positive e di rivendicare con forza la loro realizzazione. Ciò richiede un lavoro di rete, cooperazione e scambio di conoscenze ed esperienze, dal livello locale a quello internazionale.

Nella crisi del covid, gli Stati nazionali si sono messi in luce come gestori di crisi. Questa crisi sarà prima o poi superata attraverso l’isolamento, i farmaci, le vaccinazioni ecc. La crisi ha anche dimostrato quanto velocemente possiamo adattarci. Approfittiamo di questa esperienza di apprendimento! Il piano di costruzione per il periodo post-covid non può esimersi dal considerare la prevenzione della crisi climatica. Perché il cambiamento climatico è un processo irreversibile.

 

Fonti e ulteriori informazioni:

www.republik.ch/2020/04/10/wir-sollten-in-europa-nicht-warten-bis-wir-amerikanische-verhaeltnisse-haben (de), www.republik.ch/2020/04/13/verschnaufpause-fuer-die-natur (de), www.infosperber.ch/Artikel/Gesundheit/Covid-19-Krise-Ursache-Gesundheit-Kumulation (de), www.ndr.de/fernsezen/Mit-Anja-Reschke-und-Claudia-Kmfert,sendung1032078.html (de), https://atmo-france.org/wp-content/uploads/2020/03/200327_interaction_QA_covid19.pdf (fr)