Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Appuntamento per amici delle Alpi

Anche il patrimonio gastronomico appartiene al patrimonio culturale delle Alpi, un tema al centro della Settima Alpina. © Heinz Heiss

Spopolamento e migrazioni, prospettive dei mestieri artigiani, cambiamento climatico, salute: questi sono solo alcuni degli argomenti che verranno trattati nel corso della SettimanaAlpina 2016. La manifestazione si svolgerà a ottobre organizzata dalle principali organizzazioni attive nelle Alpi, tra cui la CIPRA.

I molteplici aspetti del rapporto che lega le Alpi alle persone che vivono, lavorano e trovano svago nell’ambiente alpino saranno il tema centrale della quarta edizione della SettimanaAlpina che si terrà dall’11 al 15 ottobre 2016 a Grassau/D. Gli abitanti delle Alpi sono posti di fronte a grandi sfide. Con questa manifestazione comune diverse istituzioni e reti attive a livello alpino chiamano gli abitanti e i visitatori delle Alpi ad affrontare tali sfide e a plasmare il futuro.

Prendersi cura e sviluppare il patrimonio

Scopo della SettimanaAlpina è quindi condividere le esperienze alpine attuali al fine di trovare soluzioni specifiche per le Alpi volte alla conservazione del patrimonio socioculturale e naturale anche in futuro. Con l’intento di porre in evidenza la gamma di possibili approcci e discutere le vie percorribili verso uno sviluppo sostenibile, la SettimanaAlpina 2016 incoraggerà un confronto ampio e diversificato su tre importanti ambiti d’intervento: demografia, cultura e qualità della vita. Il sociologo Harald Welzer, l’antropologo culturale ed etnologo europeo Bernhard Tschofen, le promotrici di sviluppo locale Sandrine Percheval e Anne Lassmann sono solo alcuni dei numerosi relatori internazionali che parteciperanno alla discussione su questi argomenti.

Le città alpine e la CIPRA cercano il dialogo

La CIPRA in qualità di coorganizzatrice della SettimanaAlpina cura due contributi. Da una parte richiama l’attenzione sulle aree naturali scarsamente antropizzate con l’evento «Ove bramisce il cervo e mormora il torrente». Un altro contributo, dal titolo «We are climate!», sarà dedicato agli stili di vita sostenibili e alla partecipazione giovanile e dei cittadini. I temi degli stili di vita e dell’architettura sostenibile nelle Alpi saranno approfonditi nelle due mostre sul progetto «100max» e sul premio di architettura «Constructive Alps». L’associazione «Città alpina dell’anno» con una prpria manifestazione si occupa del potenziale delle aree abbandonate.

La SettimanaAlpina è un evento internazionale incentrato su opportunità nuove e promettenti di sviluppo sostenibile nelle Alpi. La Settimana Alpina si tiene ogni quattro anni ed è organizzata insieme alle principali organizzazioni alpine che si occupano di sviluppo regionale sostenibile. L’edizione 2016 della SettimanaAlpina è organizzata sotto l’egida della Presidenza tedesca della Convenzione delle Alpi.

Fonte e ulteriori informazioni: www.alpweek.org

archiviato sotto: