Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

La Baviera è destinata a perdere i suoi ghiacciai

I laghi glaciali indicano l'estensione che molti ghiacciai alpini raggiungevano fino a un recente passato. © Alexandra-Puntigam/ pixelio.de

Il Ministero bavarese per l'ambiente ha pubblicato il suo primo rapporto sullo stato dei ghiacciai situati nel territorio alpino tedesco. Il futuro dei giganti di ghiaccio appare quanto mai fosco.
Nel futuro prossimo i ghiacciai della Baviera sono destinati a scomparire quasi completamente. Questo afferma il primo rapporto sui ghiacciai bavaresi presentato all'inizio di luglio dal Ministero dell'ambiente. Nel rapporto sono documentati cinque ghiacciai, tre dei quali possono essere considerati mini ghiacciai. Complessivamente ricoprono una superficie di 0,7 chilometri quadrati, mentre un paio si secoli fa i ghiacci si estendevano ancora su 4 chilometri quadrati.
Nel giro di 20-30 anni rimarrà solo il ghiacciaio Höllentalferner sulla Zugspitze, la cima più alta della Germania. Essendo protetto dal sole da alte creste di roccia e alimentato da numerose valanghe che si scaricano sulla sua superficie, questo ghiacciaio potrà resistere un po' più a lungo all'aumento delle temperature.
Nei prossimi cinque anni la Baviera intende spendere più di un miliardo di euro per la protezione del clima e la svolta energetica. Il Partito socialdemocratico critica il Governo conservatore di aver fatto troppo poco per la protezione del clima negli ultimi 30 anni. Lo scioglimento dei ghiacciai non può certo essere arrestato installando nuovi cannoni da neve nelle Alpi bavaresi.
Fonte e ulteriori informazioni: www.bestellen.bayern.de/application/stmug (de), http://bayernspd-landtag.de/presse/details (de), www.br.de/fernsehen/bayerisches-fernsehen (de)