Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Giovani menti per Alpi sostenibili

YPAC

Partecipanti all'YPAC: quando il presidente assegna la parola, l'intervento è introdotto da un cortese "Thank you, Mr. President" © Caroline Begle

Ragazze e ragazzi di tutto lo spazio alpino si sono riuniti nel Parlamento della Convenzione delle Alpi per discutere sul tema dell'efficienza energetica. Ecco una sintesi delle loro richieste.
Il Parlamento dei giovani della Convenzione delle Alpi (YPAC) si è riunito a Vaduz, dal 6 al 9 marzo, reclamando più efficienza energetica attraverso dieci richieste. Queste sono poi state trasmesse anche al capo di Governo del Liechtenstein. Le proposte dei ragazzi, dai 16 ai 18 anni, vanno da una sensibilizzazione precoce a partire dall'infanzia, alla mobilità rispettosa dell'ambiente, fino al miglioramento dell'efficienza energetica nel quotidiano. "Risparmiare energia significa salvare il nostro futuro", ha dichiarato Judith Gagl di Innsbruck.

Autobus più confortevoli, miglior isolamento, un'imposta sui consumi elettrici elevati
Occorre migliorare i trasporti pubblici, chiede il Parlamento dei giovani. Nelle città si devono perciò introdurre delle giornate senz'auto. Servono più autobus e treni, le scuole e le società di trasporto devono accordarsi meglio. Per i tragitti brevi, tuttavia, i giovani puntano anche sui veicoli elettrici. Sono più radicali le richieste relative al settore dell'abitare: gli edifici esistenti e quelli che verranno costruiti devono essere sottoposti a un test di efficienza energetica. Se gli edifici non corrispondono ai criteri stabiliti, dovranno essere risanati nel giro di due anni. Altrimenti rischiano la chiusura. Attraverso una tassa sul consumo energetico personale si dovrà inoltre promuovere un rapporto consapevole con le risorse naturali: chi consuma più 4.000 watt di elettricità all'anno dovrà pagare un'imposta. In compenso riceverà la consulenza di esperti per ridurre il consumo di elettricità

La lingua di lavoro è l'inglese, la cravatta d'obbligo per i ragazzi
Al Parlamento dei giovani della Convenzione delle Alpi 2012 hanno partecipato 80 giovani da sette paesi. Per tre giorni hanno discusso in inglese e hanno limato le loro richieste fino a notte fonda. Sono state giornate caratterizzate da rapporti rispettosi, abbigliamento accurato, una discussione conclusiva con politici e un lavoro di pubbliche relazioni svolto con l'assistenza di professionisti. Il Parlamento dei giovani è sorto su iniziativa dell'Akademischen Gymnasium Innsbruck. Si è riunito per la prima volta nel 2006 e da allora l'iniziativa si è ripetuta ogni anno in un diverso paese alpino. Nel 2012 l'YPAC è stato organizzato dal Gymnasium Liechtenstein e dalla CIPRA, Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi, con il finanziamento del Principato del Liechtenstein, della Fondazione Gerda Techow e del programma UE "Gioventù in azione". La prossima volta l'YPAC si riunirà dall'11 al 15 marzo 2013 nella cittadina bavarese di Sonthofen, "Città alpina dell'anno" del 2005.
Fonte e ulteriori informazioni: www.ypac.eu (en), www.cipra.org/it/alpmedia/notizie-it/4288/