Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Con il programma Phenoclim anche i comuni possono osservare il cambiamento climatico

Un ricercatore del CREA incontra gli allievi di una classe che partecipa al programma Phenoclim, che si propone di avvicinare la ricerca scientifica alla società civile.

Un ricercatore del CREA incontra gli allievi di una classe che partecipa al programma Phenoclim, che si propone di avvicinare la ricerca scientifica alla società civile. © Floriane Macian/CREA

Il programma Phenoclim, lanciato nel 2004 dal Centro di Ricerca sugli Ecosistemi d’Altitudine (CREA), si rivolge ai comuni e agli abitanti delle regioni alpine, invitandoli a misurare l’impatto del cambiamento climatico sulla vegetazione di montagna.
La data del germogliamento e della fioritura sono osservazioni che si possono cogliere facilmente e costituiscono validi indicatori del cambiamento del clima, poiché un lieve incremento della temperatura può accelerare di diversi giorni la ripresa vegetativa in primavera. Nel 2009 l’aiuto di collaboratori volontari ha consentito il monitoraggio di 136 stazioni (in Francia, Svizzera e Italia), nelle cui vicinanze il CREA ha installato 60 stazioni per il rilevamento della temperatura. Dopo breve tempo, i comuni si sono mostrati interessati a partecipare attivamente al programma. Hanno iniziato a raccogliere i dati sul territorio comunale e a inserirli in una tabella di indicatori. Il progetto rappresenta anche un efficace strumento per sensibilizzare e coinvolgere concretamente gli abitanti e le scuole nella problematica del cambiamento climatico.
Per informazioni o iscrizioni per partecipare al programma: www.crea.hautesavoie.net (fr/en), phenoclim@crea.hautesavoie.net