Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Check del clima per le Alpi

Espedienti per conservare paesaggi idilliaci: speciali pellicole poste sui ghiacciai consentono di prolungare la stagione degli sport invernali, come nella foto sul ghiacciaio del Diavolezza nei Grigioni/CH.

Espedienti per conservare paesaggi idilliaci: speciali pellicole poste sui ghiacciai consentono di prolungare la stagione degli sport invernali, come nella foto sul ghiacciaio del Diavolezza nei Grigioni/CH. © Michael Kehl

Quali sono gli effetti diretti e indiretti dei cambiamenti climatici? L'ultimo numero della rivista della CIPRA Alpinscena, intitolato "In nome della protezione del clima", analizza l'approccio al cambiamento climatico nelle Alpi e indica la strada per intervenire in modo sostenibile.
I ghiacciai si sciolgono, il livello dei mari si innalza, i fiumi e i torrenti straripano, le tempeste sono sempre più impetuose. Tutto questo non è poco, ma si tratta di sviluppi già noti. Quasi nessuno ormai nega il cambiamento climatico in atto e quasi tutti conoscono gli scenari che si delineano. Un problema globale richiede una strategia globale, che infatti si cercherà di individuare nella Conferenza sul clima che si terrà a Copenaghen all'inizio di dicembre 2009. Ma si richiedono anche senso di responsabilità e azioni a livello locale - anche e proprio nelle Alpi. Le Alpi sono da una parte corresponsabili del problema climatico e, allo stesso tempo, colpite con particolare intensità dal cambiamento climatico. Occorre però osservare, che in nome della protezione del clima e dell'adattamento ai cambiamenti climatici si compiono anche molti interventi senza senso, se non addirittura dannosi.
"In nome della protezione del clima" è il titolo dell'ultimo numero di Alpinscena. La rivista tematica della CIPRA approfondisce quali sono gli effetti diretti e indiretti provocati dai provvedimenti volti a contrastare il cambiamento climatico nello spazio alpino. Il tema non viene trattato astrattamente e scientificamente, ma in modo concreto e incisivo, articolando il discorso nei vari campi tematici e avvalendosi di esempi. Vengono illustrati gli interventi adottati in singoli settori, come la protezione della natura e i trasporti, cosa si potrebbe - e si dovrebbe - fare ulteriormente e cosa invece è da evitare. Intervengono persone che si impegnano per la protezione del clima e vengono presentati i "piloti per il clima", progetti e iniziative dal carattere esemplare.
"In nome della protezione del clima" si basa sul progetto a livello alpino cc.alps, in cui la CIPRA ha preso in esame 300 provvedimenti climatici nelle Alpi - un check del clima di una portata tale che può considerarsi unico a livello mondiale.
Ulteriori informazioni: Alpinscena n. 92 "In nome della protezione del clima" può essere richiesto gratuitamente presso la CIPRA Internazionale, international@cipra.org. La rivista può anche essere scaricata come PDF da www.cipra.org/alpinscena