Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

L'Europa si mobilita per la protezione del clima - la CIPRA chiede segnali più concreti

Alpen

La CIPRA richiede un piano d'azione pratico e incisivo per la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici nelle Alpi. © www.flickr.com / kenyai

Il Parlamento europeo rinnova la richiesta di maggior impegno per la protezione del clima. Entro il 2050 deve essere raggiunto l'ambizioso obiettivo di una riduzione delle emissioni serra dell'80%. I provvedimenti in questa direzione sono l'adozione di standard a consumo energetico nullo nelle nuove costruzioni, obiettivi vincolanti di efficienza energetica e lo stanziamento dei fondi necessari nei bilanci UE a lungo termine.
All'inizio di febbraio il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza una risoluzione che comprende una serie di richieste finalizzate a contrastare i cambiamenti climatici e a promuovere un approvvigionamento energetico sostenibile. La risoluzione deve indicare la via per la Conferenza mondiale sul clima di Copenaghen, nella quale verrà negoziato l'accordo che farà seguito al Protocollo di Kyoto. Il Parlamento europeo incoraggia in particolare la promozione di stili di vita e di consumo in linea con lo sviluppo sostenibile, investimenti verso tecnologie verdi e, in generale, un impegno politico finanziario orientato alla protezione del clima.
Secondo la CIPRA gli sforzi del Parlamento Europeo vanno nella giusta direzione. La risoluzione manca tuttavia di concretezza in alcuni punti determinanti.
La CIPRA si esprime criticamente anche sull'attuale bozza per un piano d'azione contro il cambiamento climatico della Conferenza delle Alpi. Questo piano d'azione risale a una richiesta avanzata dalla CIPRA e dovrà essere approvato dai Ministri e dalle Ministre dell'ambiente degli Stati alpini nella 10ª Conferenza delle Alpi il 12 marzo a Evian/F. In una lettera indirizzata a tutti i Ministri dell'ambiente, la CIPRA ha manifestato il proprio disappunto riguardo l'adozione di formule eccessivamente generiche. Questa lettera esorta gli Stati alpini a dare un segnale incisivo per la protezione del clima nello spazio alpino e ad approvare un piano d'azione degno di questo nome. La CIPRA, da parte sua, ha lanciato un Patto per il clima su scala alpina in cui indica i passi concreti per fare delle Alpi una regione modello per la protezione del clima. Il patto è già stato sottoscritto da numerose reti, organizzazioni e istituzioni; la CIPRA auspica che altre adesioni si aggiungano nelle prossime settimane.
Fonte e info: www.europarl.europa.eu/news/expert/infopress (de/fr/it/sl/en)
Patto per il clima della CIPRA: www.cipra.org/it/patto-per-il-clima-alpi (de/fr/it/sl)