Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Un piano per abbattere 1700 cervi nel Parco Nazionale dello Stelvio

Il Parco Nazionale dello Stelvio ha appena approvato un piano per l'abbattimento di 1700 cervi all'interno dell'area protetta (oltre 2000 sono gli abbattimenti previsti all'esterno) nei prossimi 5 anni.
Tale decisione è motivata dall'esigenza di contenere la popolazione di cervi che, in mancanza di predatori, continua a crescere e far fronte alle proteste delle popolazioni residenti che lamentano danni al bosco e alle colture. Formalmente non si può parlare di caccia, ma di "prelievi selettivi" effettuati da personale specializzato sotto il controllo della vigilanza. Di fatto, però, saranno i cacciatori, pagando un corrispettivo di 168 euro per capo, a farsi carico dell'abbattimento. Da parte ambientalista viene contestato al Parco di aver adottato un intervento drastico come quello degli abbattimenti senza una procedura come la Valutazione Ambientale Strategica che permetterebbe di valutare le alternative agli abbattimenti e si preannunciano ricorsi.
Info: www.wwf.it/client/ricerca