Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Vento in poppa per l'efficienza energetica nell'edilizia

Passivhaus

Il fabbisogno energetico per il riscaldamento di una casa passiva è al massimo di 15 kWh/m2a.

Nello spazio alpino viene attribuita sempre maggiore importanza all'efficienza energetica nell'edilizia. Un esempio in tal senso è il Sudtirolo, dove all'inizio di giugno è stata certificata la millesima CasaClima.
Il modello CasaClima si basa su di un concetto volto alla promozione degli edifici a basso consumo energetico, che, in particolare in Italia, sta incontrando un crescente favore. Il fabbisogno energetico massimo per il riscaldamento di una CasaClima è pari a 50 kWh/m2a. In Austria, dove le costruzioni a basso consumo energetico sono maggiormente diffuse, la città di Wels ha recentemente approvato una dichiarazione sulla casa passiva, in cui l'amministrazione comunale viene incaricata di realizzare tutti gli edifici di nuova costruzione e tutti gli interventi di ristrutturazione della città e delle aziende municipali con riferimento allo standard della casa passiva.
In Liechtenstein, dal 1° giugno, è in vigore una nuova legge sull'efficienza energetica. La legge regolamenta in particolare l'ammontare dei contributi e delle tariffe per l'energia rinnovabile immessa nella rete. Anche i contributi per gli interventi di coibentazione di edifici sono stati incrementati.
Fonti e info: www.provinz.bz.it/lpa/285.asp?art=218294 (de/it), www.oekonews.at/index.php?mdoc_id=1030672 (de), www.energiebuendel.li (de)