Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Fondi strutturali dell'UE: conseguenze negative per l'ambiente

Più di due terzi dei Fondi strutturali UE producono presumibilmente effetti che contrastano con gli obiettivi di politica ambientale dell'Unione Europea.
Questa è la tesi di fondo di una ricerca del Förderverein Ökologische Steuerreform (Associazione per la promozione di una riforma tributaria ecologica, FÖS) pubblicata dall'associazione tedesca per la protezione della natura "Deutsche Naturschutzring" (DNR). Lo studio, dal titolo "Sovvenzioni dannose per la diversità biologica", riporta numerosi esempi che dimostrano come in Europa vengano finanziati progetti che producono effetti negativi per l'ambiente e una riduzione della biodiversità. Vengono ad esempio stanziati fondi per la costruzione di dighe discutibili, per autostrade senza prescrizioni ambientali e per il massiccio sviluppo delle vie di navigazione europee. È pertanto indispensabile, sostengono le autrici e gli autori dello studio, integrare la valutazione e la selezione dei progetti da finanziare con criteri di sostenibilità ecologici.
La DNR e la FÖS criticano anche la concessione di sovvenzioni a livello nazionale in Germania. Le norme giuridiche non risultano più adeguate e sarebbero in contrasto con i principi guida dello sviluppo sostenibile - un quarto delle agevolazioni fiscali esistenti sono state introdotte prima del 1940.
Download dello studio: www.eu-koordination.de/index (de)