Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Ricorso a Bruxelles contro la "discesa di emergenza" della valle di Pitztal

Pitztal

La discesa di emergenza ha un forte impatto sull'ambiente e il paesaggio glaciale. © Tiroler Umweltanwaltschaft

Il Club alpino austriaco (OeAV) ha presentato ricorso a Bruxelles, presso la Commissione Europea, contro il Land del Tirolo.
L'oggetto del ricorso riguarda l'autorizzazione e la costruzione della cosiddetta "discesa di emergenza", una pista per garantire l'evacuazione dell'area sciistica sul ghiacciaio di Pitztal in caso di emergenza, costruita senza l'occorrente valutazione di impatto ambientale (VIA). Che tale procedura fosse effettivamente necessaria è stato più volte affermato in via ufficiale.
Alla fine di febbraio il Governo regionale del Tirolo ha dato disposizione all'Agenzia per la difesa ambientale del Land di non presentare una richiesta di VIA ai sensi delle vigenti procedure in materia di diritto ambientale. Questo viene considerato scandaloso non solo dall'OeAV. L'Agenzia per la difesa dell'ambiente del Tirolo, infatti, è l'unica autorità in Austria a non essere soggetta a direttive da parte del potere esecutivo. Senza VIA, la discesa di emergenza - già costruita - può essere approvata senza problemi attraverso una procedura autorizzativa del Governo del Land del Tirolo.
L'OeAV ha ricostruito gli eventi relativi alla "discesa di emergenza" nel Pitztal in un opuscolo: "Luogo del delitto II; la discesa di emergenza del Pitztal", Pianificazione territoriale n. 33, Contributi tecnici del Club alpino austriaco.
Fonti e info: www.alpenverein.at/naturschutz/News/00000001 (de) http://oesterreich.orf.at/tirol/stories/259806/ (de)