Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Clima: Allarme siccità nel Nord Italia

Da ottobre 2006 fino a oggi il deficit d'acqua in Italia è stato del 60%. La quantità di neve caduta durante l'inverno è esigua, le precipitazioni tra febbraio e marzo non abbonderanno, la primavera è in anticipo di 20 giorni e l'estate sarà torrida. Queste le conclusioni cui sono giunti gli esperti dell'Istituto Ibimet del Cnr di Firenze.
Con questi presupposti la siccità sarà il vero problema dei prossimi mesi, soprattutto nel Nord Italia. La tendenza di questi ultimi mesi invernali va verso l'assenza di precipitazioni e anche una primavera piovosa non potrà migliorare la situazione. Le piogge migliori sono, infatti, quelle invernali, perché l'evaporazione è minore e l'acqua riesce così a penetrare nel suolo, mentre a partire da maggio la maggior parte della pioggia evapora.
Anche uno studio dell'ufficio federale tedesco per l'ambiente (Umweltbundesamt) sul cambiamento climatico in Germania sostiene che sul versante tedesco delle Alpi le precipitazioni estive diminuiranno in futuro del 20%, mentre quelle invernali del 5%.
Fonti: ANSA. 05/02/2007; www.umweltbundesamt.de/uba-info-medien/mysql