Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Un hoax raffinato: soggiorni wellness "murati" in Alto Adige

A giugno, il mondo dei media altoatesini, degli operatori turistici e dei difensori della natura è stato in tumulto per più giorni: nelle Alpi Sarentine doveva sorgere un'oasi wellness destinata ad una clientela esclusiva, protetta dal mondo esterno da un muro alto vari metri.
La stampa è venuta a conoscenza di un fax inviato dalla sedicente società di gestione intacta, di Monaco di Baviera, ed indirizzato alla Alto Adige Marketing (SMG): immediato (il 22 giugno) lo scoppio dello scandalo sulla prima pagina del Dolomiten e di altri giornali. Il caso ha suscitato un vero e proprio maremoto, tanto che il direttore della SMG, Christoph Engl, ha addirittura accusato la stampa di diffamazione.
In un conferenza stampa che si è tenuta il 27 giugno a Bolzano, l'autore di tutto questo trambusto ha fatto scoppiare la bomba: si trattava di Fabio Franz, studente dell'Università di Bolzano, che aveva lanciato questa falsa notizia nell'ambito della preparazione della propria tesi, allo scopo di indurre l'opinione pubblica a riflettere sulla gestione spesso irresponsabile di una natura intatta. In questo contesto, Franz ha partecipato alla creazione del forum "Brave New Alps" e ad una mostra di sensibilizzazione alle conseguenze del turismo di massa.
Fonte e info: Südtiroler Wochenmagazin del 29.06.2006, www.brave-new-alps.com (de/it)