Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Critiche allo sfruttamento idroelettrico in Svizzera

L'associazione ambientalista svizzera Pro Natura ha lanciato la campagna "Liberate i nostri fiumi" che denuncia in particolare i forti prelievi idrici praticati dalle aziende locali per la produzione di energia idroelettrica. Si chiede un più rigoroso rispetto del deflusso minimo prescritto per legge.
Secondo Pro Natura la maggior parte dei gestori delle società idroelettriche non rispettano i loro obblighi, spesso il risanamento fluviale non viene svolto e ancora oggi i corsi d'acqua vengono prosciugati per interi tratti. Inoltre i cantoni e i comuni dovrebbero dare più spazio, e mettere a disposizione più mezzi, ad una protezione dalle piene attraverso tecniche naturalistiche. Oggi in Svizzera si stima che solo il 10% dei fiumi e dei torrenti siano liberi di scorrere in condizioni naturali.
Attualmente il libro recentemente pubblicato in tedesco "Unter Strom" (Sotto tensione) si occupa dello sviluppo dello sfruttamento idroelettrico e dell'elettrificazione nel Cantone dei Grigioni nell'ultimo secolo. Come integrazione al libro, il Rätische Museum di Coira/CH presenta inoltre fino al 17 settembre la mostra "Sotto tensione".
Fonti e info: www.pronatura.ch (de/fr/it), www.raetischesmuseum.gr.ch (de/it/en/rg), www.energie.gr.ch/aktuell/docs/buch_unter (de)