Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Crans-Montana, una "città fantasma" in Svizzera

Crans-Montana, la nota destinazione turistica del Vallese/CH, è costretta ad affrontare la problematica dei posti letto non occupati. La località turistica dispone di circa 40.000 posti letto, che tuttavia producono un volume d'affari di soli 21 milioni di franchi all'anno a favore degli impianti di risalita.
Ciò corrisponde ad appena 350 Euro per letto all'anno, mentre le seconde case non occupate gravano sull'infrastruttura comunale e turistica e compromettono il paesaggio. Per opporsi al problema, i sei comuni della regione hanno deciso di adottare una moratoria: per tutto il 2006 non si potranno costruire residenze secondarie che non siano poi destinate ad essere affittate come abitazioni per le vacanze. Per il periodo successivo si auspica una normativa definitiva.
La struttura ricettiva di Crans-Montana è decisamente sfavorevole: negli ultimi venti anni il numero dei posti letto in strutture alberghiere è passato da 3.500 a 2.500, solo 6.000 dei posti letto nelle seconde case vengono affittati sporadicamente, mentre altri 7.000 non sono utilizzabili a causa delle cattive condizioni delle abitazioni.
Fonte: Le Nouvelliste 17.12.2005