Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Lo spazio alpino tra agglomerati urbani e aree abbandonate

Due nuove pubblicazioni sono dedicate allo scontro-confronto tra mondo urbano e mondo rurale, alle strutture territoriali e alle topografie degli insediamenti. Al centro dell'attenzione il Tirolo/A in un caso, la Svizzera nell'altro. Grazie alla notorietà di autori come Jacques Herzog e Pierre De Meuron è in particolare la ricerca relativa alla Svizzera a raggiungere un vasto pubblico e a innescare una discussione pubblica.
I giovani architetti distribuiti tra Vienna/A, Rotterdam/NL e Bordeaux/F di "Young European Architects" (YEAN) nella loro pubblicazione "TirolCITY Neue Urbanität in den Alpen" (TirolCITY, nuova urbanità nelle Alpi) hanno esplicitamente definito l'intero Tirolo del nord come una metropoli. Al centro del libro si colloca la concezione di "TirolCITY", una città reticolare con numerose ramificazioni, una crescente mobilità e una società in via di trasformazione. La saldatura delle sette regioni urbane del Tirolo attraverso propaggini nastriformi, fino a diventare un'unica agglomerazione metropolitana, è già chiaramente riconoscibile nelle immagini dal satellite, soprattutto la Valle dell'Inn e le sue valli laterali sono descritte come un'area urbanizzata che ha tutte le caratteristiche di una zona di concentrazione urbana. Nei punti nodali della fitta rete di trasporti si sviluppano nuove aree commerciali, che tendono a riempire le aree libere esistenti tra i comuni.
Attraverso un migliaio di pagine circa 150 studenti e studentesse, sotto la guida dell'Istituto Città del presente del Politecnico federale di Basilea/CH, hanno delineato un ritratto della Svizzera. "Die Schweiz - ein städtebauliches Portrait" (La Svizzera - un ritratto urbanistico) è composto da tre volumi e da una carta tematica. In questa carta le regioni marginali, definite "aree abbandonate alpine" e caratterizzate da un declino economico e demografico, contrastano con le tre grandi regioni metropolitane attorno a Basilea, Zurigo e Losanna-Ginevra. Tra di esse sulla carta si trovano inoltre "Städtenetze" (reti urbane) e "alpine Resort" (stazioni alpine) con un carattere in parte urbano, come Davos, e "Stille Zonen" (zone abbandonate).
Bibliografia e info: YEAN (a cura di) (2005): "TirolCITY. New Urbanity in the Alps/Neue Urbanität in den Alpen", Folio Verlag, Vienna-Bolzano, ISBN 3-85256-319-4. www.tirolcity.com/ (en)
Diener, R. et al. (2005): "Die Schweiz - ein städtebauliches Portrait", Birkhäuser Verlag, 3 volumi; www.ethlife.ethz.ch/articles/tages (de)