Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Mancanza di coordinamento su progetti di grandi insediamenti per la vendita al dettaglio nella regione di confine tra Austria e Baviera

In futuro l'elevata densità di superfici di vendita al dettaglio lungo l'autostrada A8 tra Monaco di Baviera/B e Salisburgo/A aumenterà ancora, se i prossimi sviluppi seguiranno la volontà dei politici comunali austriaci e bavaresi.
Questo sviluppo provoca un impoverimento dei centri abitati e va in una direzione opposta rispetto allo sforzo di ridurre il consumo di territorio.
Secondo la normativa sulla pianificazione territoriale del Land Salisburgo ogni comune può decidere autonomamente in merito alla destinazione d'uso delle aree. Questo favorisce una massiccia diffusione di grandi catene di vendita al dettaglio nelle aree austriache di confine lungo la A8. Da parte tedesca si teme uno spostamento del potere d'acquisto verso l'Austria. I politici locali, i cui comuni sono situati in posizione favorevole lungo la A8, vogliono seguire l'esempio austriaco aprendo a loro volta nuove aree commerciali (Freilassing, Piding, Rosenheim); i presidenti di circondario chiedono una maggior flessibilità nella severa procedura autorizzativa vigente in Baviera. Attualmente i comuni interessati, le autorità preposte e i decisori politici della regione "Euregio Salzburg, Traunstein, Berchtesgadener Land" non riescono a trovare un accordo per una procedura comune per indirizzare il processo di pianificazione territoriale e urbanistica.
Fonte: Süddeutsche Zeitung, 21.06.2005