Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Un crescendo di nuove attrazioni nelle Alpi - cercando di intercettare il desiderio di svago e divertimento

Ricerca del divertimento in montagna: attrazioni e messe in scena di questo tipo si prefiggono di rilanciare il turismo. Non bastano la natura e il paesaggio? © Hechenblaikner

In Svizzera si inaugura il più alto ponte sospeso d'Europa, mentre su una cima austriaca viene realizzata una grande costruzione a forma di croce accessibile al pubblico - esperienze al limite dell'immaginazione nelle Alpi.
In molte stazioni sciistiche alpine il turismo soffre un calo di presenze e la mancanza della neve. Così ad esempio a St. Jakob in Haus, nei pressi di Kitzbühel/A, in una consultazione tra i cittadini, la netta maggioranza dei 770 abitanti del piccolo paese si è espressa a favore di una costruzione in legno che dovrebbe attrarre turisti in tutte le stagioni: una scultura alta 36 metri accessibile al pubblico dal costo di 1,5 milioni di euro. I bracci della croce avranno una campata di 19 metri.
Come l'enorme croce di St. Jakob, anche il ponte sospeso recentemente inaugurato sul Titlis/CH, a più di 3000 metri d'altitudine, ha poco a che fare con il turismo dolce. "Al giorno d'oggi i visitatori cercano divertimento, svago e avventura. Il nuovo ponte sospeso è una fantastica integrazione delle offerte ora presenti sul Titlis, quali il parco del ghiacciaio, la grotta di ghiaccio, il negozio di orologi e numerosi ristoranti", afferma il comunicato della società funiviaria Engelberg-Gerschnialp presentando l'opera costata 1,1 milioni di euro. Tutto ciò dovrebbe avvicinare i visitatori alle Alpi mostrando loro l'impressionante profondità, estensione e maestosità delle montagne.
Questa competizione tra le località turistiche e il desiderio di gioco e divertimento dei visitatori sono oggetto della mostra fotografica "Intensivstationen" di Lois Hechenblaikner, attualmente esposta presso il Museo alpino di Berna. In molte regioni turistiche tutto ciò non viene visto di buon grado. Ad esempio in Sudtirolo: qui nessun museo si è finora mostrato disposto a ospitare la mostra.
Fonte e ulteriori informazioni: www.cipra.org/it/alpmedia/pubblicazioni/3870, www.sueddeutsche.de/reise (de), http://viaggi.repubblica.it/articolo, www.zentralbahn.ch/sites/default/files (de), www.ff-online.com/ausgaben/41-279 (de)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter