Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Conservare le aree naturali di maggior pregio delle Alpi

Da lunedì 9 febbraio i rappresentanti di 187 Stati sono riuniti a Kuala Lumpur, Malaysia, per mettere a punto misure per la conservazione della biodiversità mondiale. Un tema centrale di questa conferenza dell'ONU è la conservazione delle regioni di montagna. Nell'occasione il WWF presenta uno studio che identifica le 23 aree naturali più importanti per la biodiversità di tutto il territorio alpino.
Questo studio in cinque lingue è stato elaborato dal WWF, dalla Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi CIPRA, dalla Rete delle Aree Protette Alpine e dal Comitato Scientifico Internazionale per la Ricerca Alpina con la collaborazione di cento esperti di 90 istituzioni. Esso si basa su un'analisi dei principali habitat di mammiferi, uccelli, anfibi, rettili, insetti, della flora e degli ecosistemi d'acqua dolce.
Lo studio rappresenta un modello per l'attuazione della Convenzione della biodiversità nelle regioni montane e un contributo per la realizzazione della Convenzione delle Alpi. Le aree individuate non dovranno necessariamente essere totalmente protette, ma occorre sviluppare insieme ai gruppi di interesse locali misure adatte alle condizioni locali per un utilizzo sostenibile.
Gli autori dello studio chiedono alla Conferenza delle Nazioni Unite di recepire il piano d'azione per la conservazione di tutte le regioni di montagna del mondo.
Le istituzioni e le persone attive nel settore della biodiversità in una delle 23 regioni sono invitate in un "Call for participation" a partecipare all'elaborazione e all'attuazione di un piano d'azione per la conservazione della biodiversità.
Studio (pdf, 2807 kb): www.cipra.org/it/alpmedia/notizie
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter