Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Pubblicazioni

Via libera per la Convenzione delle Alpi?!

Tagungsband 2003

Via libera per la Convenzione delle Alpi ?!

Anno di pubblicazione2003
Pubblicato daCIPRA Internationale Alpenschutzkommission
Internet: http://www.cipra.org
EditoreCIPRA
Luogo di pubblicazioneSchaan
ISBN/ISSN3-906521-58-3
Numero di pagine118
Linguade, fr, it
Prezzo15 CHF/10.30 Euro (senza spese di spedizione)
RivistaCIPRA ampia serie di documentazioni
Pagina(e)118
Rivista n.21/03
DocumentazioniGiornale, opuscolo
Come si può attuare il protocollo Trasporti della Convenzione delle Alpi e quali strade ci sono per realizzare una mobilità sostenibile nel territorio alpino? Queste domande sono al centro degli atti del Convegno della Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi CIPRA. Essi comprendono i risultati del Convegno annuale della CIPRA che si è svolto il 23 e 24 ottobre 2003 a Salisburgo/A all'insegna del motto "Via libera per la Convenzione delle Alpi?! - L'attuazione nel tema chiave trasporti".
I trasporti sono uno dei temi alpini più scottanti. Il traffico di mezzi pesanti aumenta in Europa ad una velocità doppia rispetto al prodotto interno lordo, mentre il traffico del tempo libero si espande in modo illimitato. C'è una via d'uscita dalla schiacciante problematica del traffico? La Convenzione delle Alpi nel protocollo Trasporti delinea un programma complessivo per una mobilità sostenibile. Questa solo è in grado di soddisfare le esigenze di trasporto senza compromettere le basi della vita dell'uomo e l'ambiente. Il Convegno annuale della CIPRA 2003 affronta il campo tematico definito da queste problematiche.
La gamma delle relazioni va dall'attuazione del protocollo Trasporti negli Stati alpini fino alla presentazione di progetti modello per una mobilità sostenibile. Vengono così presentati il Centro competenze per la logistica di Prien, il Piano dei trasporti Bodan-Rail 2020 per un collegamento transfrontaliero della rete di trasporto passeggeri su rotaia a livello regionale o l'iniziativa per una mobilità turistica nel Parco nazionale del Gran Paradiso.