Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

Oh..

i mezzi di trasporto pubblico diventano sempre più verdi, salubri, sostenibili. Da qualche giorno in Provincia di Trento il trasporto di persone mediante risciò è entrato a far parte del servizio di trasporto pubblico non di linea. Ciò significa che il risciò può ora essere equiparato a taxi e vetture a noleggio.

Anche il Codice della strada italiano già dallo scorso anno riconosce questo tipo di mobilità. Non contempla invece altre forme di trasporto meno sostenibili, che pure esistono e sono sotto gli occhi di tutti. Le motoslitte, per esempio, che non essendo considerate un veicolo non possono essere regolamentate e sanzionate. In molte regioni alpine mancano quasi del tutto regole per moto, quad e fuoristrada, che quindi possono circolare impunemente su sentieri e strade forestali. Diversamente per il risciò. Ora è a tutti gli effetti un mezzo di trasporto – anche se a trazione umana, privo di gas di scarico, ma a forte emissione di sudore. Una cosa è certa: da domani in caso di infrazioni, multe garantite!

Fonte e ulteriori informazioni:

http://www.uffstampa.provincia.tn.it/csw/c_stampa.nsf/#comunicato&id=7939CD963935213DC1257E4300305C20