Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

La zanzara riabilita il lupo

Il Piano d’azione per il lupo della Convenzione delle Alpi si propone di riabilitare il lupo, in particolare attraverso la revisione della fiaba di Cappuccetto rosso. © IIIIIT / flickr.com

Gli abbattimenti illegali di lupi sono in aumento nelle Alpi. Per contrastare questa tendenza la CIPRA chiede di puntare alla sensibilizzazione a partire dall’infanzia.

C’era una volta… la fiaba di Cappuccetto rosso. È tempo ormai di riscriverla. Non è più il lupo a rappresentare il cattivo, ma la zanzara tigre di provenienza asiatica. Questo il suggerimento della CIPRA in vista della Conferenza delle Alpi nell’ottobre 2016. Sarà richiesto un piano d’azione per la riabilitazione del predatore. «Per secoli il lupo ha subito gravi danni a causa della nota diffamazione dei fratelli Grimm, che ancora recentemente è culminata in due uccisioni illegali in Svizzera», argomenta Aurelia Ullrich-Schneider, responsabile di progetto per la biodiversità e il paesaggio presso la CIPRA International. Anziché il lupo, Cappuccetto rosso nel bosco dovrà incontrare la zanzara tigre. Questa specie si sta diffondendo nello spazio alpino ed è molto più pericolosa del lupo, perché trasmette agenti patogeni mortali come il virus Zika o quello della febbre Dengue. La ristampa dei libri di fiabe potrà essere finanziata attraverso il crowdfunding, afferma fiduciosa Ullrich.

Fonte e ulteriori informazioni: www.cipra.org/it/notizie/tira-una-brutta-aria-per-il-lupo-in-europa, http://www.kora.ch/index.php?id=214&L=0&tx_ttnews[tt_news]=586&cHash=bad0f97b267789d60545a3bc1104c4ce (de)

archiviato sotto: