Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Nuovo Dossier alpMedia - "Reti ecologiche"

Il 7 e l'8 novembre 2005, in un seminario dedicato al tema "Creazione di una rete ecologica di aree protette", i rappresentanti degli otto Stati membri della Convenzione delle Alpi hanno discusso delle concrete possibilità di realizzare una rete ecologica comprendente tutto il territorio alpino. Il Dossier di alpMedia sulle "Reti ecologiche" è sorto in questo contesto e fornisce una panoramica sugli strumenti che assumono un ruolo significativo a livello globale, paneuropeo, europeo e nazionale in merito all'istituzione di reti ecologiche.
I contributi degli esperti, raccolti in una relazione dettagliata, sono integrati da news, link, indicazioni bibliografiche e segnalazione di manifestazioni sul tema.
Le reti ecologiche sono di grande importanza per le Alpi, perché il loro molteplice paesaggio è spesso molto frammentato, per cui aree ecologicamente pregiate sono distribuite a mosaico sul territorio e privo di collegamento. Le oltre 800 aree protette di grande estensione (più di 100 ettari) registrate dalla Rete delle aree protette alpine offrono senza dubbio un'adeguata area rifugio per un gran numero di specie di piante e animali, non sono tuttavia in grado di garantire la salvaguardia della biodiversità alpina. La creazione di una rete ecologica estesa a tutto il territorio alpino, in cui i corridoi mettano in collegamento le aree protette esistenti, è quindi della massima importanza.
La relazione specifica prende in considerazione il Piano d'azione di Johannesburg, la Convenzione delle Alpi, la Direttiva flora fauna habitat e numerose altre iniziative, anche a livello nazionale, e le valuta in quanto importanti strumenti per il collegamento ecologico nelle Alpi. Il capitolo finale illustra come si possa concretamente affrontare la questione del collegamento ecologico riportando l'esempio di diversi progetti.
Il dossier è stato pubblicato grazie alla Rete delle aree protette alpine e alla CIPRA, Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi, e con il sostegno del Ministero dell'ambiente della Germania, che ha curato la traduzione in tedesco, francese, italiano e inglese.
Dossier: ttp://www.cipra.org/it/alpmedia/dossiers/13 (de/fr/it/sl/en)