Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Più tutela per le aree protette austriache

Gruppo del Warscheneck: la costruzione di una funivia a gondola rappresenta una violazione della Convenzione delle Alpi.

Gruppo del Warscheneck: la costruzione di una funivia a gondola rappresenta una violazione della Convenzione delle Alpi. © Friedhuber

In Austria sono state avanzate proposte per la costruzione di funivie all'interno di aree protette. Alcuni progetti riguardano la zona di quiete Kalkkögel. E ora anche l'area protetta di Warscheneck in Alta Austria.
Qui il progetto prevede di creare un collegamento tra la stazione sciistica Wurzeralm e il comprensorio di Hutterer Höss con un nuovo skilift attraverso l'area protetta. Quest'ultima è stata istituita dal Governo dell'Alta Austria nel 2008, con l'obiettivo di prevenire la realizzazione di infrastrutture turistiche.
Per il momento la realizzazione del progetto è stata sventata. L'Ufficio giuridico della Convenzione delle Alpi della CIPRA Austria, un'istituzione con esperti indipendenti che fornisce informazioni sull'interpretazione giudica del trattato, ha esaminato il progetto giungendo alla conclusione che lo sfruttamento dell'area protetta costituisce una violazione in particolare dell'art. 11 del Protocollo "Protezione della natura" della Convenzione delle Alpi. Poiché con la Convenzione le Parti contraenti, e quindi anche l'Austria, si impegnano a conservare, a gestire e, dove necessario, ad ampliare le aree protette esistenti. Inoltre, contro la costruzione dell'impianto di risalita è stata organizzata anche una raccolta di firme, che è stata sottoscritta da 10.000 persone.
Fonti: CIPRA Austria, www.cipra.org/de/CIPRA/cipra-oesterreich (de), www.warscheneck.at (de)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter