Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Italia: il governo riduce gli incentivi per il risparmio energetico

Energieeffizienz

La politica dell'Italia in materia di efficienza energetica incontra una vivace opposizione e contraddice gli orientamenti dell'UE. © CIPRA International

Il precedente Governo italiano aveva introdotto una norma che prevedeva incentivi del 55% - sotto forma di detrazioni fiscali distribuite su tre anni - per gli interventi in materia di risparmio energetico.
Tale provvedimento ha avuto un buon successo: oltre 230.000 interventi realizzati con un maggior onere a carico dello stato valutato in 630 milioni di Euro nel biennio 2007-2008. A fronte di questo maggior costo sono stati stimati 500 milioni di Euro di maggior introito per lo Stato grazie all'emersione del lavoro sommerso e all' IVA. Quindi l'impatto reale sulle casse dello Stato di tale provvedimento sarebbe minimo. Il Governo attuale ha drasticamente ridotto tali incentivi e introdotto un iter per l'accesso agli incentivi più complicato e discrezionale. In un momento in cui sarebbe necessario uno sforzo per ridurre le emissioni e proteggere il clima, l'Italia con questo provvedimento non fa che allontanarsi dagli altri paesi europei. Si sono già mobilitati cittadini, associazioni e imprese per chiedere al Governo di ripensare tale provvedimento.
Fonti: www.legambiente.eu/documenti/2008/1204 (it)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter