Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Relazione sullo stato delle Alpi sul tema trasporti e mobilità

Verkehr und Mobilität

L'attuale Relazione sullo stato delle Alpi è la prima di una serie di pubblicazioni sullo sviluppo dello spazio alpino.

Alla fine di novembre il Segretario generale della Convenzione delle Alpi, Marco Onida, ha presentato la prima parte della cosiddetta "Relazione sullo stato delle Alpi", che ora è disponibile, oltre che in inglese anche in tedesco, francese, italiano e sloveno.
Il documento è intitolato "Trasporti e mobilità nelle Alpi" ed è dedicato agli effetti dei trasporti sugli aspetti ambientali, sociali ed economici. La Relazione sullo stato delle Alpi è realizzata con il sostegno di tutte le Parti contraenti della Convenzione delle Alpi, degli Stati alpini e dell'UE.
Nella Relazione si analizza, ad esempio, come le condizioni demografiche, la tipologia degli insediamenti, le condizioni quadro economiche di una regione o il turismo influenzino la mobilità e i trasporti. E viceversa si valuta anche quali effetti abbiano i trasporti e la mobilità sull'economia e la società, così come sull'ambiente e la salute. La politica dei trasporti viene trattata a livello europeo, nazionale e in parte anche regionale e messa in rapporto con i fattori d'influenza prima descritti. Le autrici e gli autori hanno inoltre raccolto statistiche secondo criteri unitari, che forniranno ora una base di dati armonici a livello alpino, ad esempio sugli assi di transito intensamente trafficati, al posto dei dati piuttosto disomogenei finora forniti su basi nazionali.
La Relazione, con la quale il Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi intende raggiungere un vasto pubblico, è stata pubblicata in cinque lingue e può essere scaricata da www.convenzionedellealpi.org/page9_en.htm. La Relazione sullo stato delle Alpi propone concrete raccomandazioni d'intervento, ad esempio si dovrebbe provvedere al trasferimento del traffico pesante dalla strada alla ferrovia. Conformemente a tale esigenza, il Land del Tirolo/A è attualmente impegnato a introdurre un divieto di transito settoriale per i veicoli pesanti, in base al quale i prodotti sfusi idonei al trasporto per ferrovia - come rifiuti, pietrame e terra - in futuro potranno essere trasportati solo su binari. Nonostante l'opposizione dell'UE, che minaccia un deferimento, il divieto dovrebbe essere promulgato all'inizio dell'anno prossimo ed entrare in vigore nel maggio 2008.
Fonti: www.tirol.com/politik/innsbruck/73062/index (de), www.tirol.com/politik/innsbruck/73376/index (de)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter