Rappresentanze della CIPRA

Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Infrastrutture e Risorse

© Frank Schultze/Zeitenspiegel

Come pianificare le infrastrutture?

Chi pianifica le infrastrutture, come ad esempio una nuova via di comunicazione, deve preliminarmente confrontarsi con diverse questioni: qual è il quadro normativo e chi decide se e dove, per esempio, può essere costruito un tunnel? Poi si pone la questione dell’orizzonte temporale: mentre determinate misure nel settore dei trasporti, come ad esempio un dissuasore per la riduzione del traffico, possono essere attuate in tempi relativamente rapidi, altre, come un tunnel, richiedono anni se non decenni di progettazione e realizzazione. È inoltre necessario conoscere la geologia e le particolarità delle aree naturali interessate, per valutare e considerare gli effetti sugli habitat di piante e animali, così come i possibili pericoli naturali per le persone.

La realtà è che ogni nuova infrastruttura consuma risorse, siano esse suolo, energia o paesaggio. Oggi occupiamo tre volte la superficie utilizzata dai nostri nonni 50 anni fa. E quanti più insediamenti costruiamo, tante più infrastrutture si rendono necessarie, come fognature o strade. Il consumo di suolo provoca altro consumo di suolo.

Un uso del territorio efficiente sotto il profilo delle risorse è quindi un elemento essenziale della pianificazione. Una possibilità è costituita da un attento riuso delle aree costruite, che possono vantaggiosamente essere riutilizzate o convertite ad altre funzioni. Una pianificazione regionale aiuta i comuni a sfruttare le sinergie e a risparmiare risorse. L’addensamento verso l'interno e il completo sfruttamento delle potenzialità d’area, come ad esempio edifici di più piani, sono ulteriori possibilità per una gestione parsimoniosa del suolo.

> Ulteriori informazioni

Informazioni supplementari