Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Voci giovani, idee nuove

(c) YPAC
I giovani vogliono essere ascoltati e presi sul serio. Per questo ci vuole perseveranza. La CIPRA li sostiene in questo.

7 settembre 2012, Conferenza dei Ministri della Convenzione delle Alpi a Poschiavo/CH: ai giornalisti presenti alla conferenza stampa viene concessa un'ultimissima domanda. Si alza la sedicenne Isabella Hilber e tutti gli sguardi sono puntati sulla giovane donna. "Tutti dichiarano sempre il loro apprezzamento per la nostra presenza. Ma raramente ci viene concessa la parola. Perché?". La rappresentante austriaca del Parlamento dei giovani della Convenzione delle Alpi non fa passare la risposta vaga della Ministra dell'ambiente svizzera, Doris Leuthard. Insistendo strappa all'allora Ministro dell'ambiente della Germania, Peter Altmaier, la promessa di essere sempre disponibile ad ascoltare i giovani.
15 marzo 2013, Parlamento dei giovani della Convenzione delle Alpi a Sonthofen/D: Baldanzosa, la diciannovenne Arzu Altintas, caporedattrice del gruppo stampa, sventola una lettera di Altmaier. Le colleghe e i colleghi giungono di corsa. "Ci ha invitato a Berlino per presentare la nostra risoluzione!" La lettera è la risposta ad un invito dei giovani. L'aveva formulato Arzu, citando le parole del Ministro federale alla conferenza stampa di Poschiavo, ottenute dalla CIPRA che aveva registrato la conferenza in live-stream su Facebook e che garantisce il coaching dei giovani sia a Poschiavo, sia nel Parlamento dei giovani a Sonthofen sul tema "La mia città alpina del futuro".
26 - 27 giugno 2013, Cortina d'Ampezzo/I: 16 giovanissimi e giovani discutono con i rappresentanti del Comitato permanente della Convenzione delle Alpi le loro domande sulla Green Economy, presentate anticipatamente. "New Generations for the Alps" è il nome dell'iniziativa lanciata dalla Presidenza italiana, volta ad avvicinare la Convenzione delle Alpi alla generazione dei giovani - e viceversa.
Primavera/estate 2013, in diverse Città alpine dell'anno:
i giovani sottopongono ai politici locali la risoluzione del Parlamento dei giovani della Convenzione delle Alpi. Il tutto è stato concepito dall'associazione "Città alpina dell'anno", il cui segretariato è gestito dalla CIPRA. Sono presenti anche alla sua assemblea generale. Chissà se qualche loro richiesta - ad esempio quella dei corsi di studio con un orientamento ecologico - riuscirà a finire sull'agenda politica delle città alpine? Ottobre 2013, Bolzano/I: una mezza dozzina di giovani di tutti i Paesi alpini presenta ai delegati della CIPRA le loro idee di collaborazione - nasce la Consulta dei giovani della CIPRA, che dà consigli e indicazioni agli organi della CIPRA su tutti i temi.
I frutti di un anno di impegno: il Comitato permanente, la cerchia dei funzionari di alto rango alla Convenzione delle Alpi, ha messo in agenda il tema della partecipazione giovanile, così come l'associazione "Città alpina dell'anno". L'invito a Berlino si è trasformato in un invito ad una videochat in un futuro prossimo ma imprecisato - i rappresentanti del Parlamento dei giovani 2014 a Chamonix saranno probabilmente costretti ad insistere. E la CIPRA li sosterrà in questo intento, questa volta come partner ufficiale del Parlamento dei giovani della Convenzione delle Alpi.

Barbara Wülser
CIPRA Internazionale

**************************************************************
Cooperazione collaudata
La CIPRA e l'associazione "Città alpina dell'anno" mettono in rete i giovani delle Alpi. Il tutto ha avuto inizio nel marzo 2013 con il Parlamento dei giovani della Convenzione delle Alpi (Youth Parliament to the Alpine Convention YPAC). Il suo obiettivo è quello di consentire ai giovani di fare le prime esperienze con i processi decisionali a livello politico.
La CIPRA ha supportato gli insegnanti nella preparazione dei contenuti, ha organizzato il supporto tecnico e ha fornito il coaching dei giovani per il lavoro di comunicazione. L'associazione "Città alpina dell'anno" ha garantito che tutto funzionasse alla perfezione, ha messo a disposizione i finanziamenti e ha motivato i politici di tutti i Paesi alpini a venire a Sonthofen, "Città alpina dell'anno 2005", per uno scambio con i giovani. Nell'occasione, la CIPRA ha riunito giovani provenienti da diverse nazioni allo scopo di cercare possibili forme di collaborazione. Da questo scambio ha avuto origine la Consulta dei giovani della CIPRA.
Queste attività sono rese possibili grazie al supporto del programma UE "Gioventù in azione", della città di Sonthofen, del Ministero bavarese dell'ambiente e della salute, del Ministero federale dell'ambiente, della tutela della natura e della sicurezza dei reattori, del Ministero dell'ambiente austriaco e del Circondario Algovia superiore.
www.cipra.org/giovani
www.cittaalpina.org
www.ypac.eu

**************************************************************

Fonte: Relazione annuale 2013, CIPRA International, http://www.cipra.org/relazione-annuale

archiviato sotto: ,
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter