Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Alleanza nelle Alpi gestisce il cambiamento

Triesenberg

Oltre 120 partecipanti alla conferenza annuale si sono domandati come Comuni e territorio si possano impegnare per uno sviluppo capace di futuro. © Alleanza nelle Alpi

Come possono Comuni e territorio impegnarsi per uno sviluppo capace di futuro? E' questo il tema centrale che ha occupato relatori e partecipanti alla conferenza annuale della Rete di Comuni "Alleanza nelle Alpi" (AidA), il 14 e 15 ottobre 2011 a Triesenberg/FL. Nel corso del convegno, che ha visto la folta presenza di circa 120 partecipanti, è stato messo in evidenza come le sfide dei nostri tempi quali la crisi economica e finanziaria, il cambiamento demografico o i cambiamenti climatici possono anche rappresentare un'opportunità per i Comuni alpini.
"Ogni Comune è ricco di futuro!": ne è fermamente convinto il primo relatore del convegno, Florian Heiler, della plenum GmbH di Vienna. In linea di principio, ogni Comune dispone delle risorse, della capacità e dell'opportunità di gestire al meglio il proprio futuro. E Heiler aggiunge anche che non bisogna mai dimenticare di festeggiare gli obiettivi e i successi raggiunti. Ma prima che i partecipanti avessero occasione di applicare questo suggerimento durante il banchetto serale, il programma ha visto altri tre interventi, con esempi sui diversi modi di gestire i cambiamenti, e diverse escursioni.

Le varie escursioni hanno condotto nelle immediate vicinanze di Triesenberg: nell'area ricreativa di Malbun sono stati illustrati i limiti fra il modo di valorizzare e gestire le rivendicazioni di uso di un territorio. A Schaan si è parlato di pianificazione dei centri urbani per una migliore qualità di vita e snodo della mobilità. A Mauren è stata presentata la cooperazione transfrontaliera fra l'Austria e il Liechtenstein. Le tematiche trattate erano la protezione contro le esondazioni, la gestione dei boschi, la caccia e l'utilizzo del bosco per il tempo libero.

La prima giornata si è conclusa con la 15a Assemblea dei soci della Rete di Comuni che, fra l'altro, ha dato il benvenuto a numerosi nuovi membri della Rete.

La seconda giornata della conferenza è stata aperta da Maurizio Pallante, presidente e fondatore del "movimento per la decrescita felice", che ha messo in evidenza il corrente obbligo alla crescita tramite l'aumento del PIL, opponendovi nuove idee per raggiungere la soddisfazione e la qualità di vita. L'esempio del Vorarlberg "Sistema di acquisti ecologico" ha mostrato come sia possibile proteggere l'ambiente e al contempo ridurre le spese da parte dei Comuni.

Al termine della conferenza, nell'ambito di diversi workshop è stato possibile discutere delle possibili soluzioni secondo il motto: che cosa possono fare Comuni e territorio a livello di cooperazione transfrontaliera nel turismo, di coinvolgimento della popolazione sul tema - di estrema attualità - dell'energia, della pianificazione territoriale a basso consumo di risorse e delle costruzioni ad alta efficienza energetica?

Le presentazioni e alcune foto della conferenza possono essere scaricate dal sito
www.alpenallianz.org/it

Fonte: Rete di Comuni "Alleanza nelle Alpi"
archiviato sotto:
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter