Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

“Alleanza nelle Alpi” si impegna a favore di interventi climatici sostenibili Comuni in rete per proteggere il clima

Quali sono le strategie di cui i comuni dispongono per affrontare i cambiamenti climatici? Partecipanti all’escursione all’impianto di teleriscaldamento a Götzis/A avvenuta nell’ambito del convegno «I comuni aiutano il clima».

Quali sono le strategie di cui i comuni dispongono per affrontare i cambiamenti climatici? Partecipanti all’escursione all’impianto di teleriscaldamento a Götzis/A avvenuta nell’ambito del convegno «I comuni aiutano il clima». © «Allianz in den Alpen»

La Rete di comuni “Alleanza nelle Alpi” mette mano al termostato climatico: con l’aiuto del nuovo programma “dynAlp-climate”, i 270 comuni membri nell’Associazione si impegnano per consentire una protezione sostenibile del clima e adeguamenti alle trasformazioni climatiche.
Oggi occuparsi di cambiamenti climatici è molto “in”. Tuttavia, soprattutto nel territorio alpino, si corre il rischio di agire dietro la spinta dell’urgenza, trascurando la sostenibilità e la protezione dell’ambiente.
Dal luglio 2009, il nuovo programma dynAlp-climate dell’Associazione “Alleanza nelle Alpi” svolge un’azione preventiva in tal senso. La Rete di comuni assiste i suoi membri che desiderano affrontare i cambiamenti climatici in modo sostenibile, offrendo loro una panoramica delle possibilità, mediante informazioni, consulenza, formazione, e ponendo al centro lo scambio di esperienze e l’apprendimento gli uni dagli altri.

Scambi transfrontalieri
A settembre 2009, ad esempio, i membri francesi dell’Alleanza, in occasione di un viaggio nel Vorarlberg/A, hanno appreso come un comune possa diventare precursore nell’edilizia energeticamente efficienti con l’uso di legno regionale. I comuni membri della Bassa Engadina, in occasione di una conferenza sul futuro tenutasi a Tschlin/CH nel novembre 2009, si sono occupati delle questioni più urgenti connesse allo sviluppo regionale, con l’intento di valutare i risultati raggiunti, analizzare la situazione attuale e soprattutto di lanciare nuovi progetti e attività in grado di tutelare il clima creando valore aggiunto, di salvaguardare le risorse naturali, promuovendo allo stesso tempo l’identità culturale e la convivenza sociale. Importanti sono anche gli scambi interregionali. A gennaio, nel piccolo comune austriaco di Mäder, durante un convegno internazionale organizzato dalla Rete di comuni insieme alla CIPRA, sono stati presentati in tutte le lingue alpine vari esempi di interventi di attenuazione degli effetti climatici, poi illustrati nel corso di un dibattito. Di misure di adeguamento, soprattutto in campo turistico, si parlerà invece il 4 e 5 giugno al convegno annuale di “Alleanza nelle Alpi” a Kamnik/Sl (vedi la rubrica “Le Alpi in pillole” a pagina 22).

Insieme per una migliore qualità di vita nelle Alpi
Il progetto DYNALP², che ha preceduto dynAlp-climate, dedicandosi allo sviluppo sostenibile e all’attuazione della Convenzione delle Alpi, ha dimostrato gli effetti positivi di incentivi mirati. Per questa ragione, la Rete di comuni, in una seconda fase del progetto dynAlp-climate, punta anche al finanziamento di provvedimenti selezionati che puntano a limitare le emissioni di CO2 e ad adeguarsi ai cambiamenti climatici. Il programma punta anche a offrire specifiche attività di consulenza (vedi riquadro). Grazie ai contatti con il progetto cc.alps della CIPRA, nell’ambito del quale vengono raccolte ed elaborate misure esemplari di protezione del clima, e agli interventi di sensibilizzazione, cui si è accennato, si creano buoni presupposti affinché i progetti dynAlp-climate possano effettivamente contribuire a una gestione sostenibile dei cambiamenti climatici.

*****************************************************************

Al via i progetti climatici nei comuni
Grazie all’impegno finanziario ­assunto dalla Fondazione MAVA per la natura, la Rete di comuni “Alleanza nelle Alpi”, ­potrà sostenere di nuovo i propri membri nell’attuazione della Convenzione delle Alpi grazie al programma dynAlp-climate. Nel corso del programma, i comuni della rete o interessati a divenirne membri disporranno di supporto finanziario e tecnico per realizzare progetti e iniziative che abbiano effetti positivi sul clima o che puntino ad adeguarsi ai cambiamenti ­climatici. Informazioni più dettagliate seguiranno all’inizio dell’estate. I rispettivi animatori sono già a disposizione per maggiori spiegazioni e dettagli.
www.alleanzalpi.org (de/fr/it/sl)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter