Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Risoluzione per un'agricoltura di montagna attiva

Secondo gli autori della risoluzione, il particolare impegno e i molteplici servizi che gli agricoltori di montagna rendono alla società devono essere remunerati adeguatamente.

Secondo gli autori della risoluzione, il particolare impegno e i molteplici servizi che gli agricoltori di montagna rendono alla società devono essere remunerati adeguatamente. © Gesellschaft Ökologische Forschung

Su iniziativa della Baviera/D, nell'ambito del convegno internazionale "Il futuro dell'agricoltura di montagna ci riguarda tutti" tenutosi a Krün/D alla metà di luglio, sette Regioni e Paesi alpini hanno consegnato alla Commissaria UE Mariann Fischer Boel una risoluzione per la protezione dell'agricoltura di montagna.
La risoluzione comprende una serie di proposte sull'auspicabile futuro approccio della politica agricola comune verso le aree di montagna. La richiesta principale concerne l'introduzione di un premio per gli allevamenti, atto a garantire la gestione sostenibile di prati e pascoli. Il catalogo delle richieste comprende anche una maggiore promozione degli investimenti che tenga conto delle complessità è difficoltà molto maggiori rispetto al fondo valle. Oltre a ciò si richiede un apposito asse prioritario "Agricoltura di montagna" nel programma di ricerca europeo nonché l'etichettatura, la protezione e la certificazione delle specialità gastronomiche alpine. Accanto allo Stato libero di Baviera, la risoluzione è stata sottoscritta dai Länder Tirolo/A e Vorarlberg/A, nonché dalle Province e Regioni italiane Alto Adige, Trentino, Valle d'Aosta e Friuli Venezia Giulia. Risoluzione: www.stmelf.bayern.de/agrarpolitik/aktuell (de/it), Fonte: www.konferenz-zukunft-berggebiete.de/ (de/en)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter