Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Informazioni supplementari

Notizie

PCB nei pesci: divieto di pesca nei laghi alpini francesi

Dal 2 aprile nei Laghi di Annecy e Bourget e nella parte francese del Lago di Ginevra è stata vietata la pesca ai salmerini. Il motivo è la presenza di PCB riscontrata nei pesci, che supera da una volta e mezza a quattro volte il massimo consentito dalle norme europee.
La causa dell'inquinamento da PCB dei salmerini è tuttora poco chiara. Il PCB è una sostanza che è stata impiegata fino agli anni '80 nell'industria, tuttavia nella regione del Lago di Annecy e del Lago di Ginevra non sono mai state presenti industrie di questo tipo. Come possibile causa vengono pertanto presi in considerazione vecchi depositi di residui industriali.
I salmerini sono tuttavia l'unica specie di pesci interessata. Gi esperti ritengono che la circostanza sia riconducibile al comportamento alimentare dei salmerini. Il PCB si deposita nei sedimenti e i salmerini, al contrario ad esempio del persico reale, si nutrono sui fondali dei laghi. Inoltre i residui di PCB si depositano nel grasso dei pesci, e i salmerini sono pesci con un contenuto di grassi particolarmente alto. In caso di consumo sporadico di salmerini, sostengono le/gli esperte/i, non c'è alcun pericolo per la salute umana, tuttavia è meglio evitare il consumo ripetuto di questi salmonidi.
Il PCB (policlorurato bifenile) viene considerato una sostanza potenzialmente cancerogena, ma sono riconducibili ad esso anche danni al fegato, disturbi della fertilità e della crescita.
Nell'UE è definito un valore limite che stabilisce la quantità massima settimanale assumibile di PCB e diossine. Vengono stabilite anche le quantità tollerate di tali sostanze all'interno degli alimenti. Anche la Svizzera sta attualmente prendendo in considerazione l'introduzione di valori limite.
Nella parte svizzera del Lago di Ginevra la pesca dei salmerini continua ad essere consentita; a differenza della Francia, in cui le competenze sono dello Stato, qui le decisioni devono essere assunte dalle autorità cantonali.
Fonti: www.ledauphine.com (fr) 3.4.2008, www.baz.ch (de) 2.4.2008, www.actu-environnement.com/ae/news
_lac_4828.php4 (fr)
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter