Strumenti personali

  Filtro di ricerca  

Notizie

Attuazione su tutto il territorio alpino delle conoscenze derivanti dal progetto climalp

Dall'inizio del 2004 la CIPRA sta lavorando al progetto climalp. Partendo dai risultati dell'ultimo anno, nel 2005 la CIPRA ha avviato una campagna di informazione impostata su due anni. Questa iniziativa intende portare a conoscenza di un'ampia cerchia di persone nelle Alpi che le case energeticamente efficienti costruite con legno regionale proteggono il clima e stimolano l'economia regionale. Con questa campagna la CIPRA vuole fornire un contributo alla difesa del clima, allo sviluppo sostenibile nello spazio alpino e all'attuazione della Convenzione delle Alpi e dei suoi protocolli "Foreste montane" ed "Energia".
Red. Nell'ambito di climalp la CIPRA nel 2004 ha sviluppato il tema "Edifici energeticamente efficienti costruiti con legno regionale nello spazio alpino". I risultati sono ora pubblicati in un rapporto in quattro lingue e sono anche disponibili sul sito del progetto (www.climalp.info). Nel corso della presentazione conclusiva del progetto è emerso il grande interesse del pubblico di riferimento, il che ha convinto la CIPRA a proseguire a promuovere la diffusione e l'applicazione di queste conoscenze nello spazio alpino. A questo proposito, assume una funzione centrale il lavoro che le rappresentanze della CIPRA svolgono in sette Paesi alpini.

Situazione di partenza diversa da regione a regione
Le conoscenze delle tecniche costruttive energeticamente efficienti e la consapevolezza delle loro opportunità sono diffuse principalmente nelle regioni di lingua tedesca, mentre risultano decisamente meno note - così come i rapporti con la catena di creazione di valore aggiunto del legno - nello spazio alpino di lingua francese, italiana e slovena. Spesso le potenzialità offerte da tali tecniche non sono conosciute né dagli architetti, né da chi vuole costruirsi una casa. Neppure nella politica e nell'amministrazione pubblica sono sempre conosciuti i vantaggi connessi alla promozione delle tecniche costruttive e di risanamento di questo tipo.
Proprio il settore pubblico offre invece notevoli possibilità di intervento. Da una parte con le disposizioni in materia di edilizia esso può porre le basi per l'applicazione delle tecniche costruttive energeticamente efficienti, dall'altra, con la politica degli incentivi, dispone di un valido ed efficace strumento. Non si deve inoltre trascurare il ruolo del settore pubblico come committente.

Sensibilizzazione generale…
Nel prossimo anno e mezzo verranno proposte una mostra, escursioni e conferenze volte a sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema. Fondamentale a questo proposito sarà l'attività informativa e il lavoro progettuale nei singoli Paesi alpini. I rispettivi responsabili nazionali del progetto svolgeranno la funzione di moltiplicatori delle informazioni. Dovranno individuare i principali attori su tutto l'arco alpino, come istituti di ricerca, architetti, assessorati, i principali attori nel settore selvicolturale, nella filiera del legno, nell'edilizia ecc. Si allacceranno contatti con questi soggetti e si prenderanno accordi per cooperazioni in forma di relazioni e attività nei comuni.
Complessivamente per tutta la durata del progetto sono previste circa 30 iniziative rivolte ad un pubblico selezionato nell'area compresa tra Vienna e Nizza. Oltre alla intermediazione di scambi e conoscenze, queste iniziative hanno lo scopo di stimolare architetti, pianificatori e tecnici del settore delle costruzioni in legno ad un'ulteriore collaborazione. Potranno così sorgere nuove reti nazionali con contatti con i portatori di conoscenze internazionali.

…e progetti concreti
Le manifestazioni sono importanti anche per avviare progetti nei comuni. In ciascuno dei sette stati in cui è presente una rappresentanza CIPRA dovranno essere avviati almeno tre progetti indirizzati all'efficienza energetica (nuove costruzioni o risanamenti), in modo che si possano proporre come realizzazioni modello per escursioni e per il lavoro con i media. Si aiuteranno inoltre i comuni interessati a mettersi in contatto con esperti e a reperire il know-how richiesto.
Le escursioni ai modelli di buone pratiche, siano nuove costruzioni o opere già realizzate, assumono infine un ruolo particolarmente importante nell'intermediazione di conoscenze nel settore dell'efficienza energetica. In tali occasioni verranno illustrati anche gli aspetti della creazione di valore aggiunto regionale attraverso il coerente rafforzamento della filiera del legno. Il collegamento degli attori, dal bosco al settore dell'edilizia, è una sfida per la quale le esperienze già maturate possono essere di grande aiuto.
archiviato sotto: ,
Seguici su

Icon_facebook  Icon_twitter